MediterraneiNews.it

Squarciate le gomme a don Nunzio Maccarone

don NunzioAncora una volta il comune tirrenico teatro di atti vandalici. Questo volta a farne le spese don Nunzio Maccarone, 66 anni, parroco della chiesa dell’Immacolata Concezione di Nicotera Marina e della parrocchia di San Giuseppe a Nicotera centro al quale sono state squarciate tre delle quattro ruote della propria automobile. Il sacerdote, come ogni domenica mattina, ha raggiuntola frazione Marina per celebrare la messa con la propria auto, una Opel Corsa che ha parcheggiato nella piazza antistante la chiesa. Terminata la celebrazione, lo stesso si è accorto che la propria auto era stata oggetto di attenzioni da parte di ignoti e che le ruote erano state lacerate. Constatato il grave danno, lo stesso non ha potuto far altro che denunciare l’accaduto presso la locale stazione dei Carabinieri i quali hanno avviato le indagini di rito. Don Nunzio, docente di latino e greco presso il liceo classico “Bruno Vinci” di Nicotera, nonché, presidente dell’ente morale “Giuseppina-Scardamaglia-Longo”, è l’ennesima vittima degli innumerevoli atti delinquenziali che stanno, negli ultimi anni, sconvolgendo la quotidianità della cittadina. Una spirale di violenza che non sembra trovare fine.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Giocate abusive in provincia di Vibo Valentia. Sequestrato un centro scommesse e denunciato il gestore

Nell’ambito di una mirata attività di servizio volta a reprimere il crescente dilagare di fenomeni quali le scommesse clandestine, il gioco d’azzardo e il gioco compulsivo (ludopatia), i militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza hanno accertato che presso un internet point della provincia venivano raccolte, del tutto abusivamente,…

Leggi tutto »

‘Ndrangheta, arrestati i presunti responsabili degli omicidi Mesiano e Corigliano – VIDEO

Si è svolta alle prime luci dell’alba un’operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia che hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emessi nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti, a vario titolo, responsabili degli omicidi di Giuseppe MESIANO panificatore di Calabrò di Mileto, ucciso il 17 luglio…

Leggi tutto »