MediterraneiNews.it

Exnofobia anche in Africa? Il caso Sudafrica.

Mentre i riflettori sono puntati sull’america di Trump la exnofobia si fa strada persino nel Continente nero dove il governo dello Zimbabwe ha ottenuto rassicurazioni dalle autorità sudafricane sulle misure prese per far fronte alle recenti minacce  nei confronti della comunità di zimbabwiani che vivono nel Paese.

Le tensioni in Sudafrica nei confronti degli stranieri sono aumentate dopo che un gruppo denominato “Mamelodi Concerned Residents” ha fatto circolare una lettera di minacce nella quale accusa gli immigrati di commettere crimini come traffico di droga e rapine.

Già un anno e mezzo fa, cinque immigrati vennero uccisi nelle città di Durban e Johannesburg, sempre in Sudafrica, durante alcuni scontri tra manifestanti e polizia una situazione che aveva spinto alla fuga cinquemila persone mentre per proteggersi, le comunità di immigrati avevano dovuto iniziare a organizzare persino delle pattuglie e delle ronde private.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

La “Bidonville” di San Ferdinando. Che fare?

Pino Macino, da Pupari & Pupi Questa mattina sono stato nella città dei lavoratori neri senza i quali gli agrumeti della Piana di Gioia Tauro potrebbero essere rasi al suolo.Se non si viene sul posto non si riesce a capire la misura del dramma e prima ancora dello scandalo San…

Leggi tutto »

Deposto in Gambia il presidente “abusivo” Yahya Jammeh.

La democrazia stenta ad affermarsi sul continente africano dove despoti e tiranni opprimono i popoli che poi spesso devono trovare scampo in Europa. E’ il caso del Gambia – piccolo paese africano, circondato dal Senegal, che prende il nome dell’omonimo fiume, dove il presidente uscente Yahya Jammeh, sconfitto alle presidenziali…

Leggi tutto »