MediterraneiNews.it

Interessante corso di scrittura attivato al Liceo-Itis.

Gli studenti del Liceo Classico “B.Vinci” e dell’Itis “A. Russo” a scuola di Scrittura creativa, grazie ad un progetto ideato e diretto dalle giornaliste Anna Maria Tedesco (Mediterraneinews.it) e Concetta Rando, hanno trovato un percorso didattico molto ben articolato, per chiunque ami scrivere, approfondire le conoscenze tecniche della scrittura e della narrativa, e apprendere un metodo pratico ed efficace per scrivere un racconto o un articolo di giornale.

Attraverso un metodo didattico innovativo, le giornaliste hanno fatto conoscere ai corsisti, i principali strumenti tecnici e professionali della scrittura creativa. Obiettivo del corso è stato quello di mettere i corsisti stessi, nelle condizioni di sviluppare un progetto di scrittura organico ed innovativo. Un’occasione di arricchimento, un’opportunità di miglioramento delle situazioni di apprendimento degli studenti che, hanno bisogno di una scuola che accolga e faccia crescere le loro curiosità, favorisca lo sviluppo originale delle personalità e delle attitudini, dia strumenti di comprensione e di interazione positiva con la realtà.

I quaranta corsisti, hanno partecipato attivamente ad ogni sollecitazione e hanno contribuito positivamente ad ogni attività proposta. Ne è venuto fuori che attraverso l’esperienza laboratoriale  hanno tirato fuori la spontaneità, la naturalezza, la fantasia e la creatività, potenziando la relazione socio- affettiva. Il percorso formativo ha offerto l’opportunità ai numerosi allievi di riproporre e approfondire  contenuti didattici frutto di ricerche o di interessi personali, attraverso la ricostruzione e la rielaborazione di argomenti inerenti un percorso di apprendimento strutturato e non. Il laboratorio è diventato un ambiente di sperimentazione dei diversi tipi di scrittura.  Per gli alunni, scrivere  è  stato motivo di incentivazione alla produzione linguistica, tuttavia, essi hanno dovuto comprendere che vi sono tecniche da imparare, linguaggi da adottare e fonti da scoprire.

Potenziare le abilità di scrittura ha favorito negli allievi le capacità di astrazione, di analisi, di ragionamento logico e pertanto, la stesura di testi di diversa natura, ha rappresentato un potenziale formativo/cognitivo non trascurabile, una modalità di valorizzare le eccellenze e stimolare chi è in difficoltà. Il prodotto realizzato è stato definito dalle stesse giornaliste, “policromo”: cioè uno zibaldone di racconti,  pensieri, poesie e riflessioni degn di essere letto con attenzione.

Grande soddisfazione  per l’elaborato finale, l’ha espressa il dirigente scolastico Marisa Piro che ha sempre sostenuto e promosso ogni progetto mirato alla crescita personale e individuale dello studente, al miglioramento della sua autostima e alla spinta motivazionale. Intenzione del dirigente è quello di istituzionalizzare il corso di scrittura.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Eppur si move… (Cronache da una stagione estiva Nicoterese di successo e consigli affinchè la prossima vada ancora meglio).

La stagione turistica nicoterese ha ormai superato il fatidico giro di boa. Passata infatti questa settimana e superati indenni, sia il Ferragosto – col suo carico di pipi arrustuti e milingiani chjini – che il caldo opprimente di “Lucifero”, tutto infatti comincia ad avviarsi a ritmi più lenti (Taranta Festival…

Leggi tutto »

L’associazione “Roberto il Guiscardo”, presieduta da Mario Mobilio,  dà sostanza al programma culturale dell’estate nicoterese proponendo il “Concorso nazionale ed internazionale di poesia” articolato in tre serate, le prime due destinate alla selezione delle composizioni in gara e la terza riservata alla premiazione dei vincitori. Mercoledì sera, nel Chiostro di…

Leggi tutto »