MediterraneiNews.it

Lamezia Terme, Azione Identitaria rende omaggio alle vittime delle Foibe

I militanti di Azione identitaria hanno reso omaggio alle vittime delle foibe attraverso l’affissione di uno striscione, sul ponte San Rocco del torrente Cantagalli, con su scritto “Foibe: io non scordo”.

“Non si può assolutamente dimenticare – affermano i militanti –  il dramma umano di oltre 20 mila persone trucidate e gettate in quelle cavità naturali  carsiche chiamate foibe, vittime della ferocia e dell’odio comunista delle truppe Jugoslave di Tito e di altri 350 mila esuli dalmati,fiumani ed istriani costretti ad abbandonare le loro case per fuggire dall’orrore. Fu una vera e propria azione di pulizia etnica da parte delle truppe titine, l’unica colpa delle vittime era quella di essere italiane, un massacro dettato dall’odio politico tenuto nascosto per troppi e lunghi anni dalla storiografia ed in cui il Partito Comunista di Togliatti giocò un ruolo fondamentale contribuendo ad occultare in maniera sagace questa cruenta e vergognosa pagina di storia”.

Ancora oggi, secondo i componenti di  Azione identitaria, la reticenza sarebbe tanta quando si parla di questa giornata del ricordo di “nostri fratelli innocentemente trucidati – affermano -, che va di pari passo con quella voglia, non tanto celata, di minimizzare questi macabri episodi in cui vi furono responsabilità e coperture politiche vergognosissime. Pretendiamo inoltre che per il giorno del Ricordo delle vittime delle foibe, tutte le istituzioni politiche calabresi tengano dai loro palazzi i tricolori a mezz’asta, in segno di rispetto e di ossequio di questa immane tragedia che ha riguardato nostri fratelli e sorelle italiane”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Inclusione finanziaria per un econbomia sostenibile in Calabria

Una ricerca sull’ esclusione finanziaria, che vede la Calabria tra le regioni più colpite, con ben 3 province tra le 10 italiane con il più alto livello di esclusione creditizia. Alla presentazione interverranno: Don Giacomo Panizza, sacerdote bresciano fondatore “Comunità Progetto Sud”, Marina Galati, direttrice della “Comunità Progetto Sud”, Alessandro Messina, direttore generale…

Leggi tutto »

Catanzaro, sequestrati beni per un valore di oltre 900 mila euro ad esponente della cosca “Gallace”

I finanzieri del Nucleo di polizia Tributaria di Catanzaro, coordinati dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal procuratore aggiunto, Vincenzo Luberto, e dal sostituto procuratore, Vincenzo Capomolla, questa mattina hanno dato esecuzione a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di circa 920 mila euro, emesso…

Leggi tutto »