MediterraneiNews.it

Nuova provocazione della Corea del Nord.

Nel corso di una conferenza stampa congiunta organizzata in fretta, Stati Uniti e Giappone hanno condannato l’ennesima provocazione della Corea del Nord che ha lanciato un missile balistico a medio raggio con una portata compreso tra i 3.000 e i 5.500 chilometri. Il missile ha coperto una distanza di 500 chilometri prima di schiantarsi nel Mar del Giappone

Gli Stati Uniti – ha commentato Donald Trump, – sono con il Giappone al 100%. Sdegnata, anche la reazione del premier nipponico Shinzo Abe. C’ comunque da dire che secondo gli esperti del Comando Strategico americano in nessun momento il missile ha rappresentato una minaccia per gli alleati nella regione.

Resta da vedere che cosa deciderranno ora di fare i due alleati. Già con Obama si era affermata la strategia del pivot to Asia, in funzione anticinese. Trum potrebbe intensificare questa strategia includendo la Corea del Nord tra gli stati ostili che minacciano l’equilibrio regionale.

 

 

 

 

 

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Cosa dobbiamo aspettarci dall’era Trump?

“Io solennemente giuro che eseguirò, fedelmente l’ufficio di Presidente degli Stati Uniti e, come meglio sono capace, preserverò, proteggerò e difenderò, la Costituzione degli Stati Uniti d’America (e che Dio mi aiuti ma quest’ultimo capoverso non è obbligatorio)”. Così, con questa formula semplice, ma efficace, Donald Trump, al pari dei suoi…

Leggi tutto »

Cresce del 6.7% il Pil del “drago” cinese, ma le preoccupazioni non mancano.

Nonostante si sia trattato del dato più basso degli ultimi 26 anni, il +6.7% registrato dal PIl cinese, fa impallidire il pur robusto dato americano e lo striminzito 1.5-2% dell’Eurozona. Ma i cinesi stanno affrontabdo questa nuova fase di “rallentamento” con la loro tipica filosofia: cioè quel misto di calma,…

Leggi tutto »