MediterraneiNews.it

Si Salvini chi può!!!!! Napoli a ferro e fuoco

Pino Macino, da Pupari & Pupi.

12189776_1144642865564008_2466409684141936474_n

Napoli non vuol fare parlare Salvini. La Polizia protegge il suo diritto di parlare. Un quartiere è i fiamme. La città – anche quella delle Istituzioni – è divisa. Il Sindaco è contro Salvini. Il Governatore della Campania rivendica il diritto del leader dei leghisti di parlare. E noi?…bah! io posso solo dire poche cose. A vent’anni – i miei vent’anni – non avrei avuto alcun dubbio: avrei fatto le barricate. Ora no. Ma non è che da incendiario sia diventato un pompiere. No. Nient’affatto.

Clashes during demonstrators protest against the visit of the Leader of Italian 'Lega Nord' (North League) party, Matteo Salvini, in Naples, Italy, 11 March 2017. Riot police moved in Saturday to quell violent protests in Naples sparked by the first major rally in the southern city by the anti-immigrant Northern League leader. Police fired tear gas and water cannons against the protesters, who tossed bottles, rocks and Molotov cocktails their way. ANSA / CIRO FUSCO

Mi considero ancora e perfino di più un rivoluzionario. E’ che il Tempo, padrone della vita, ti ha dato e ti da molte lezioni e devi saperle accogliere…con saggezza senza  fare venire meno la dignità. Non posso essere con Salvini e non posso essere contro i poliziotti mandati a tutela delle libertà di tutti ed attaccati con le molotov. Devo essere dalla parte del buon senso e della civiltà che ci ha insegnato altre forme di lotta. La Vittoria di Napoli non è quella di NON fare parlare Salvini.La Vittoria di Napoli è quella di non far liberamente trovare nessuno ad ascoltarlo.

La Vittoria di Napoli è la vittoria delle sue ragioni, non quella dei suoi torti.Ed il silenzio e l’isolamento sono la risposta migliore nei confronti di un razzista becero che cerca di far dimenticare che fino a pochi giorni fa trattava i meridionali come cittadini inferiori, da cacciare dalle valli Bergamasche..rivendicando una superiorità ridicola, rivelando un cinismo ed una morale vergognosi .

Avrei voluto – stasera – la bella notizia che il troglodita , trovandosi  davanti solo il suo microfono avesse chiesto scusa al meridione…là nella Città che ne fu e che ne è la Capitale. Forse…uscendo da quella stanza vuota…qualcuno le scuse le avrebbe accettate e forse lo avrebbe anche accompagnato a prendere un caffè al Gambrinus…tra specchi e lampadari…a due passi dal più antico Teatro lirico del mondo, seduto ad ad uno dei tavolini sui quali  poeti eccelsi scrissero di amore e di cuore e cantarono la bellezza ed i colori della nostalgia.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Reggio Calabria, i senzatetto “ospitati” in un bene confiscato

Per decisione del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, un gruppo di senzatetto che nei giorni scorsi, in considerazione del forte calo delle temperature, era stato alloggiato in Comune, è stato ospitato all’interno di un edificio di quattro piani confiscato alla cosca di ‘ndrangheta degli Audino, mettendo in atto lo slogan “le…

Leggi tutto »

Notte di fuoco nel vibonese: diversi incendi in vari centri della provincia.

Se il bilancio del 2017 era di oltre 50 mezzi incendiati certo non si può dire che questo 2018 non è partito con il piede giusto. Sono infatti ben otto i roghi che hanno interessato sette autovetture e un escavatore.  Una situazione che ha messo a dura prova i Vigili del fuoco…

Leggi tutto »