MediterraneiNews.it

I sindacati contro la soppressione del servizio delle professioni sanitarie

I responsabili provinciali dei sindacati Nursing up, Giuseppe Gliozzi, e Fials, Amerigo Colaci hanno definito “umiliante” la decisione dell’Asp di sopprimere il servizio delle professioni sanitarie istituito nel 2013 affermando che tale decvisione  avrà “ricadute negative sui servizi e sull’utenza”.

Grazie a questo servizio infatti – secondo i due esponenti sindacali – l’Asp di Vibo si era allineata alle aziende sanitarie che, in ambito nazionale, rappresentano modelli di eccellenza nel campo dell’organizzazione e gestione dei processi assistenziali che interessano le professioni sanitarie.

Pertando con tale deciosione – proseguono i due sindacalisti – l’azienda “dimostra, con i fatti, scarsa considerazione nei confronti dei cosidetti “camici bianchi” che partecipano attivamente ai processi produttivi, e che rappresentano oltre il 60% del personale del comparto sanità”.

I due sindacalasti si chiedono quindi chi svolgerà adesso, dopo questa decisione dell’Asp, le funzioni del servizio professioni sanitarie e chi si occuperà di risolvere le carenze improvvise e non del personale infermieristico, tecnico, della riabilitazione e della prevenzione.

I due sindacalisti annunciano infine di aver quindi inoltrato una nota, trasmessa anche al commissario per il piano di rientro, con cui chiedono la revoca della delibera 417 che sopprime  il servizio delle professioni sanitarie adombrando motivi di illeggitimità e invita l’Azienda sanitaria  a rivedere le posizioni assunte nei confronti delle questioni poste, a mezzo di apposita dichiarazione a verbale, nelle riunione di delegazione trattante tenutasi in data 15 marzo.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Salvini candida Anna Maria Bernini alla presidenza della Camera.

Pino Macino, da Pupari & pupi Si avvicina l’apertura della legislatura e i grandi statisti usciti dalle urne non trovano un accordo nemmeno sulle Presidenze delle Camere. Difficile, peraltro, trovarlo. Insisto…..non ci sono vincitori in questa farsa elettorale…ci sono solo minoranze diversamente qualificabili e sostanzialmente incompatibili. Non ho alcuna nostalgia…

Leggi tutto »

Presentato a Pizzo Calabro, il programma della V° Edizione della “Notte dei Briganti-contro tutte le mafie”.

Perché a Pizzo? Perché è una città in perfetta sintonia con i nostri obiettivi etici e culturali». Così Vincenzo Fulvio Attisani, presidente dell’associazione Radicando che promuove l’evento culturale “La notte dei briganti – Contro tutte le mafie”, ha spiegato la scelta della città napitina per la V edizione della manifestazione,…

Leggi tutto »