MediterraneiNews.it

Personale Ata, nuova sforbiciata all’organico

giuseppe mirarchi
giuseppe mirarchi

Uffici scolastici e sindacati in piena attività. I nodi al pettine sono tanti e le varie componenti sono impegnate nella soluzione dei problemi puntando sul confronto costruttivo piuttosto che su sterili forme di contrapposizione. Non a caso stamattina, nella sede dell’Ambito territoriale guidato da Giuseppe Mirarchi, ci sarà un incontro tra responsabili degli uffici competenti in materia di organico e assunzioni e i rappresentanti delle forze sindacali per analizzare la situazione del personale Ata che, sulla scorta della revisione degli organici a livello regionale, vede il Vibonese perdere quattro posti di collaboratore scolastico e uno di assistente amministrativo. <Cinque unità in meno – dice Raffaele Vitale, segretario interprovinciale della Cisl Scuola – che, in apparenza, sembrerebbero significare poco, ma che, in realtà, non faranno altro che accrescere le difficoltà dei dirigenti scolastici nell’organizzazione dei servizi. Non si dimentichi – aggiunge – che il nostro territorio

Raffaele Vitale

presenta difficoltà di varia natura e, specialmente a livello di Primaria e Infanzia, ci sono molti plessi per la cui apertura ci sarà da fare i salti mortali. In ogni caso, ci troviamo di fronte al venir meno di altri cinque posti in una realtà provinciale di per sé afflitta da elevati livelli di disoccupazione>.

Cresce anche l’attesa per le immissioni in ruolo. Il 21 luglio prossimo usciranno i trasferimenti della scuola secondaria di secondo grado e, soltanto dopo la loro pubblicazione, si potrà conoscere la consistenza del contingente di posti disponibili per immettere in ruolo i docenti precari. Le operazioni dovranno essere completate entro il 15 agosto e c’è il rischio concreto che molte attese vengano deluse. Le cattedre libere sarebbero davvero poche e le continue sforbiciate agli organici non aiutano di certo la soluzione dei problemi. Lamentele partono anche dalle sedi sindacali alle prese in questi giorni con la compilazione dei modelli B relativi alle sedi scelte dai docenti di seconda e terza fascia. Il sistema attivato dal ministero risulta, infatti, di estrema lentezza, ma le ripetute proteste sarebbero, ad oggi, cadute nel vuoto.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Bambini dell’asilo al freddo: Intervenga il comune.

Situazione da “terzo mondo” e veramente inaccettabile quella che stanno patendo i bambini dell’asilo nido comunale sito in Viale Accademie, che sono stati lasciati letteralmente al freddo e al gelo, per la mancata programmazione dell’accensione per tempo dei riscaldamenti. Riscaldamenti che per entrare a regime necessitavano di almeno tre giorni di accensione….

Leggi tutto »

Nel giorno in cui è arrivata la notizia dell’addio al consiglio regionale di Giuseppe Mangialavori il gruppo consiliare di maggioranza “Liberali per Vibo” ha messo a segno un buon colpo con l’ingresso nel gruppo stesso del  del consigliere Giuseppe Muratore, proveniente dal gruppo misto. Il passaggio è stato formalizzato oggi…

Leggi tutto »