MediterraneiNews.it

Aziende agricole calabresi in difficoltà: l’appello di Santacroce (Confapi) al Presidente Oliverio.

“Le imprese agricole calabresi stanno attraversando un momento di grande difficoltà e incertezza dovuta a molti fattori. Il periodo invernale è stato rigido e lungo, le aziende agricole che coltivano in serra, sono state costrette a spendere il triplo per riscaldare le strutture. Ai danni provocati dal gelo, si aggiunge l’aumento dei costi di produzione, con ritorsioni negative e relativo indebitamento dovuto ai bisogni primari e necessari per le stesse”.

E’ questo l’incipit della missiva indirizzata dal presidente regionale di Confapi – Filiera Agricoltura Vito Santacroce (nella foto) al presidente della Regione Calabria Mario Oliverio per sollecitare un aiuto concreto ad un comparto che da sempre è la spina dorsale dell’economia calabrese.

“A tutto questo – si legge ancora nella lettera – ci si mette anche, “la lentezza della macchina burocratica”, come nel caso del Decreto Legge del 9 febbraio 2017, n°8 firmato dal Ministro Martina relativo ai fondi stanziati per le avversità atmosferiche di eccezionale intensità avvenute nel periodo dal 5 al 25 gennaio 2017, che oramai risulta essere fermo da 6 mesi presso l’ assessorato Agricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione Calabria, una battaglia per la quale io come presidente insieme alla Confapi filiera agricoltura e a tutti i suoi associati si è portata avanti”.

“E’ evidente, arrivati a questo punto, – lamenta quindi Santacroce – che il comparto agricolo è abbandonato a se stesso, con il completo disinteresse delle Istituzioni nazionali e regionali. L’attuale scenario suscita negli operatori agricoli una domanda sempre più pressante: cosa fare? Quali prospettive avranno le imprese?”

“La risposta – conclude lo stesso – a queste domande la si trova negli ultimi avvicendamenti, che vedono come ultimo step di salvataggio il trasferimento in toto dell’azienda all’estero, dove la pressione fiscale non è opprimente come in Italia e i costi di produzione sono di gran lunga minori.  E’ necessario e urgente, dunque, concentrare tutti gli sforzi per garantire, nel più breve tempo possibile, quanto dovuto alle imprese agricole. Occorre agire con celerità a tutela delle imprese Agricole e nell’ interesse dell’intero territorio Calabrese”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

On air  il nuovo spot del Vecchio Amaro del Capo

Al via sulle reti Mediaset, il nuovo spot nazionale del vecchio Amaro del Capo. Un simpatico giapponese, una sensuale brasiliana, un rampante americano e una giovane tedesca danno il via al nuovo spot del Vecchio Amaro del Capo realizzato con il coordinamento dell’agenzia di comunicazione Publione e girato dalla casa di produzione…

Leggi tutto »

“Ciambra” film ambientato a Gioia Tauro, designato a rappresentare l’Italia nella corsa agli Oscar 2018.

Pino Macino, da Pupari & Pupi E “A Ciambra” va a Los Angeles…a vedersela per l’Oscar. Il film di Carpignano, duro e bello..farà ancora una volta parlare di Gioia Tauro. Non è Gioia Tauro…ma è anche Gioia Tauro. Di un Territorio non ti puoi prendere solo il miele….e miele invero…

Leggi tutto »