MediterraneiNews.it

Fondazione Natuzza: passa la riforma del vescovo. Intanto a Paravati si attende l’arrivo di un nuovo sacerdote.

Si è sbloccata la difficile situazione della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” di Paravati, inserita all’interno della “Villa della Gioia”, vicenda nella quale non sono mancati neanche in questi giorni i colpi di scena.

Il primo è stato sicuramente quello delle dimissioni  – poi ritirate – di Francesca Sergi: una presenza storica la sua all’interno della fondazione che seguono quelle dei tre sacerdoti Don Pasquale Barone, padre Michele Cordiano e Don Francesco Sicari.

Poi l’atteso via libera del consiglio d’amministrazione presieduto dall’avvocato vibonese Marcello Colloca che ha ratificato la riforma dello statuto promossa dal vescovo Renzo. Anche qui non sono mancati i colpi di scena perchè i numeri del voto sono stati risicatissimi: 3 a favore e 2 contro e solo con il voto favorevole dello stesso Colloca – che in caso di parità vale doppio e prevale – ha sbloccato la situazione.

Adesso si attendono le dimissioni formali dello stesso cda e la nomina di un commissario ad acta che sarà nominato dal Ministro degli interni.

Ma le novità non finiscono qui e anche se amncora la notizia non è ufficiale pare il nuovo parroco della comunità della Madonna degli angeli di Paravati sarà Don Domenico Muscari attualmente parroco di San Nicola da Crissa.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

La tradizione dei panetti di sant’Antonio a San Nicola da Crissa nelle parole di Vito Teti.

Il professore Vito Teti – docente universitario all’Unical e noto antropologo – è una personalità di spicco del panorama cultuirale vibonese al quale spesso piace condividere sui social network spaccati di vita e tradizioni della sua terra e della nostra regione in generale. E’ proprio ieri – in occasione della…

Leggi tutto »

La statuina della Madonna di Loreto questo pomeriggio giungerà via mare a Nicotera Marina

Farà tappa, questo pomeriggio alle 16.30, sul litorale del comune tirrenico, la statuetta della Madonna di Loreto che giungerà via mare portata dal canoista Roberto Rabboni che già nel 2014 era approdato a Nicotera accompagnando una prima statua da consegnare, poi, a Papa Francesco. Questa volta il viaggio in kayak  k2…

Leggi tutto »