MediterraneiNews.it

A Candidoni (RC), dopo tre giorni, sequestrata una nuova piantagione di canapa indiana

Nell’ambito di una vasta operazione di prevenzione e repressione del fenomeno dell’illecita coltivazione di piante di marijuana, per le quali è stato previsto anche l’impiego dell’elicottero A109N (Nexus) della Sezione aerea della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, è stata scoperta e sequestrata una nuova piantagione di canapa indiana, nell’area collinare del comprensorio di Candidoni (RC).

Ad operare sono stati i finanzieri del Gruppo Gioia Tauro e della Sezione Operativa Navale di Reggio Calabria i quali, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, a seguito dell’avvistamento e segnalazione delle piantagioni da parte dell’elicottero, hanno perlustrato una vasta area dove, in un appezzamento di terreno, occultato dalla fitta vegetazione circostante, hanno rinvenuto la coltivazione di “cannabis indica” composta da numerosissime piante, tutte particolarmente rigogliose, alte sino a quattro metri e del peso complessivo pari 220 kg che venivano alimentate da un sofisticato sistema di irrigazione “a goccia” costituito da 200 metri di tubatura collegata ad una fonte di acqua sorgiva.

Così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, le piante sono state estirpate e distrutte sul posto, unitamente al sistema di irrigazione. Si tratta di un’operazione di servizio, svolta dalla Guardia di Finanza calabrese nell’ambito della repressione, della coltivazione e del traffico di stupefacenti, che ha consentito di sottrarre alla criminalità organizzata gli ingenti proventi illeciti stimati in 320mila euro che sarebbero derivati dalla vendita al dettaglio dello stupefacente.

Proprio tre giorni fa, sempre in un agro del comune di Candidoni, è stata sequestrata una piantagione costituita da 70 piante  di canapa indiana, accuratamente occultate tra la fitta ed alta vegetazione.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Porto di Gioia Tauro, maxi sequestro di circa 220 chilogrammi di cocaina purissima – VIDEO

Gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, unitamente a funzionari dell’Agenzia delle Dogane, ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Procura della Repubblica, Direzione Distrettuale Antimafia, hanno individuato e sequestrato altri due ingenti carichi di cocaina purissima nel porto gioiese. Lo stupefacente è stato rinvenuto all’interno…

Leggi tutto »

Limbadi, fra paura e sgomento la cittadina si prepara alla fiaccolata di sabato

Sgomento, rabbia, infinita tristezza. L’autobomba che lunedì, intorno alle 15, ha ucciso sul colpo Matteo Vinci, 44 anni, e gravemente ferito il padre Francesco, 75 anni, che attualmente lotta tra la vita e la morte presso il Centro ustioni di Palermo, in città non ha lasciato nessuno indifferente, abulico, disinteressato. A…

Leggi tutto »