MediterraneiNews.it

Il ministro Del Rio fa lo sciopero della fame. Mi preoccupa…

Pino Macino, da Pupari & Pupi

Non ho mai avuto in simpatia Graziano del Rio. Lo considero il sicario di Enrico Letta….insomma l’uomo nell’ombra  con il pugnale pronto per conto Renzi.. Forse esagero ma è…che  considero la lealtà la prima bandiera che un uomo politico debba sapere e poter sventolare. Letta se l’è pagata  dando a Renzi la Campanella come di solito si fa con i servi porgendogli un obolo e  poi negando la stretta di mano al suo ministro infedele che cercava di tendergliela. Vabbuò.

Il Premio è stato  la sua onnipotenza al Governo  del Fiorentino. Ora pare sia in discesa….la Fortuna di solito non si affeziona alle persone…si sa. Ma mi ha colpito sapere oggi che il magrissimo  ed allampanato Ministro – mai quanto Fassino, s’intende – abbia dato adesione allo sciopero della fame per aiutare la calendarizzazione e la votazione della Legge sullo Ius soli. Italia strana: i Ministri scioperano per avere  subito una Legge che il Governo dovrebbe avere de plano dalla sua maggioranza parlamentare. Lo Ius soli è una Legge di civiltà…..la potete pensare come volete ma è la strada maestra per favorire una giusta integrazione degli uomini e delle donne stabilmente migrati nel nostro Paese. E fare lo sciopero non è cosa facile per nessuno.

Graziano starà  cercando una identità nuova? non lo so….ma sfidare una impopolarità per una causa giusta….non è poco. Un tranello?…non penso….ma sapere che per una volta sto dalla sua parte…mi fa un poco sorridere ….e pure preoccupare.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Renzi (PD) torna in Calabria nell’ambito del suo tour in giro per l’Italia.

Matteo Renzi torna in Calabria nell’ambito del suo tour in treno che sta attraversando in Italia. Lo ha reso noto il vertice del Partito Democratico calabrese. Renzi arriverà nella giornat del 24 ottobre. Prima tappa, la fabbrica di treni Hitachi di Reggio Calabria (ex Omeca, oggi gruppo giapponese) e poi…

Leggi tutto »

Nicotera, la commissione chiede la proroga. S’allontana il ritorno alle urne

Per l’elezione del nuovo Consiglio i cittadini non torneranno alle urne a maggio e, probabilmente, neppure in autunno. La terna commissariale (Adolfo Valente, Michela Fabio, Nicola Auricchio) ha, infatti, inoltrato al competente ministero dell’Interno la richiesta di proroga del proprio mandato per altri sei mesi. In sostanza, gestirà l’Ente sino…

Leggi tutto »