MediterraneiNews.it

MediterraneiNews.it

La Compagnia Carabinieri di Tropea stila un bilancio sulla trascorsa stagione estiva

La trascorsa stagione estiva si è chiusa, per i militari della Compagnia Carabinieri di Tropea guidati dal Comandante, Maggiore Dario Solito, con un’ottima attività preventiva e repressiva svolta dalle Stazioni dei Carabinieri di Nicotera, Nicotera Marina, Limbadi e Joppolo, che hanno portato all’arresto e  al deferimento all’Autorità Giudiziaria di numerosi soggetti.

L’8 maggio, a Joppolo, i militari della locale stazione hanno tratto in arresto un 45enne del posto, sorpreso ad irrigare una piantagione di cannabis indica composta da 1087 piante.
Giorno 25 luglio, i Carabinieri di Joppolo, coadiuvati dai colleghi di Nicotera Marina e Nicotera, hanno rinvenuto, sequestrato e distrutto una piantagione di canapa indiana composta da oltre 110 piante ormai giunte a maturazione e pronte perla raccolta. Gli stessi militari stanno svolgendo indagini al fine di identificare i coltivatori.

A Nicotera, l’8 giugno, in zona Duomo, i militari della locale stazione coadiuvati dai colleghi di Nicotera Marina hanno rinvenuto e sequestrato 220 piante di cannabis indica, coltivate in serra.
Il 10, i Carabinieri delle stazioni di Nicotera, Nicotera Marina e Joppolo, hanno tratto in arresto un 25enne del posto poiché trovato in possesso di una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, 6 cartucce per fucile, due pistole a salve modificate.
Giorno 14, i Carabinieri di Nicotera hanno arrestato un 36enne del posto, sorpreso a irrigare una piantagione di cannabis indica composta da 150 piante.
Il 23 giugno i militari della locale stazione coadiuvati dai colleghi di Nicotera Marina e Joppolo hanno rinvenuto e sequestrato, in località “Borgo”, all’interno di un casolare abbandonato, 12 chilogrammi di marijuana essiccata e pronta per lo spaccio. Il giorno dopo, sempre in località “Borgo”, hanno rinvenuto una piantagione di 718 piante, nonché 11 chilogrammi di sostanza già pronta per la commercializzazione.
L’11 luglio, i Carabinieri di Nicotera coadiuvati dai colleghi di Nicotera Marina e Joppolo, hanno rinvenuto, sequestrato e distrutto una piantagione di canapa indiana composta da oltre 300 piante ormai giunte a maturazione e pronte per la raccolta. Gli stessi militari stanno tuttora svolgendo indagini al fine di identificare i coltivatori.
Il 18, i Carabinieri della locale Stazione, insieme ai colleghi di Nicotera Marina, nell’ambito di predisposto servizio della compagnia di Tropea volto alla ricerca di armi detenute illegalmente, hanno tratto in arresto un 43enne del luogo con precedenti, in quanto trovato in possesso di una pistola calibro 22 e diverse munizioni dello stesso calibro, detenute illegalmente presso la propria abitazione di Nicotera. L’arma e le munizioni sono state prontamente sequestrate e, dopo gli usuali adempimenti, l’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari.
Giorno 21, i Carabinieri delle Stazioni di Nicotera, Nicotera Marina e Limbadi hanno tratto in arresto un pregiudicato 53enne poiché trovato in possesso di una pistola revolver calibro 38 con matricola abrasa e 52 cartucce compatibili con l’arma.
Il 27, i Carabinieri della locale Stazione, insieme ai colleghi di Nicotera Marina, Joppolo, Limbadi e con il supporto dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno tratto in arresto due fratelli di 56 e 57 anni, entrambi del luogo. Nel corso di perquisizione i militari hanno rinvenuto un fucile calibro 9 con matricola abrasa perfettamente funzionante, circa 140 cartucce per fucile e per pistola di vario calibro, alcune vecchie uniformi delle FF.P. e FF.AA. nonché attrezzatura per la produzione artigianale di cartucce. Nel corso dell’attività di Polizia Giudiziaria, ai due uomini sono stati altresì sequestrati ulteriori 2 fucili e 2 pistole nonché 7 cartucce calibro 7.65 legalmente detenuti.
Il 2 agosto, a Nicotera Marina, i Carabinieri delle stesse tre stazioni, hanno rinvenuto in un terreno un sacchetto con 820 grammi di marijuana, prontamente sequestrata.
Il 16 settembre, i Carabinieri di Nicotera e Nicotera Marina, con la collaborazione dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” di Vibo Valentia, hanno sorpreso un 35enne del luogo mentre era intento ad irrigare ed estirpare piante dalla propria piantagione di marijuana, su un terreno incolto nei pressi della Contrada “Casa Bianca” di Nicotera, composta da oltre 8mila piante di cannabis indica e circa 35 chilogrammi di marijuana già essiccata e pronta per essere immessa nel mercato dello spaccio. Infine, giorno 4 ottobre, i Carabinieri di Nicotera, coadiuvati dai colleghi di Nicotera Marina, hanno rinvenuto, sequestrato e distrutto una piantagione di canapa indiana composta da circa 280 piante. Gli stessi militari stanno svolgendo indagini al fine di identificare i coltivatori.

A Limbadi, il 21 giugno, i militari della locale Stazione hanno arrestato un agricoltore del posto, 49enne, poiché sono stati rinvenuti, nella propria azienda agricola, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, 54 cartucce calibro 7,65, nonché  632 grammi di marijuana.

Il 29 luglio, a Rombiolo, i Carabinieri della locale Stazione, insieme ai colleghi di Nicotera, Nicotera Marina e Joppolo, hanno tratto in arresto un 44enne del luogo. Nel corso della perquisizione svolta presso la propria abitazione di residenza è stato rinvenuto, abilmente occultato, 1 chilogrammo circa di hashish ed un bilancino di precisione. L’uomo è stato sottoposto alla misura restrittiva degli arresti domiciliari.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

“Cum grano salis”… Stefano Caccavari è un ragazzo di Calabria che, con un pizzico di inventiva, ha promosso gli orti di casa.

Pino Macino, da Pupari & Pupi Stefano Caccavari è un ragazzo di Calabria. Oramai abbastanza noto…per il  suo spirito di iniziativa…per l’amore per la sua terra. Studia economia aziendale ma è innamorato del Km 0…delle genuinità…della bontà in tavola. Ha promosso gli orti di casa per assicurare le verdure di…

Leggi tutto »

Lamezia Terme, confiscati beni per oltre 8 milioni di euro ad un imprenditore

Il gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme ha appena dato esecuzione alla confisca di beni mobili e immobili riconducibili ad un imprenditore lametino, accumulati nel tempo, fra l’altro, soprattutto con i proventi derivanti da prestiti con tassi usurari che si attestavano anche oltre il 90% annuo. Il provvedimento…

Leggi tutto »