MediterraneiNews.it

Accusato di concussione. Il Sindaco dell’accoglienza di Riace, Mimmo Lucano ed…il combinato disposto.

Pino Macino, da Pupari & Pupi
Chi ha amministrato un Comune…chi sopratutto lo ha amministrato onestamente…sa di quante trappole  e pericoli è fatta la vita amministrativa.E sa quanto è duro prendere decisioni…soprattutto quando non si ha nè personale nè amici a cui chiedere un consiglio. C’è una solitudine che si fa responsabilità. E spesso finisce male…anche se tu hai fatto e fatto bene. C’è sempre chi ne sa più di te…quello che  “io avrei fatto diversamente”….quelli  del sai ”  c’è da considerare l’art. 8 comma sesto del combinato disposto ….” e via soloneggiando.
Ma quando devi prendere una decisione la devi prendere e se in coscienza la devi prendere, le virgole avranno pure un senso, ma la vita anche. Bene. Mimmo Lucano fa il Sindaco di Riace. Lo conosciamo tutti e tutti sappiamo che è un personaggio fuori dal comune. E per questo ha cambiato un mondo che ragionava con articoli, commi e combinati disposti. Ha fatto rivivere il suo territorio, ha dato vita ad una Comunità nuova e sicuramente qualche articolo 8 lo avrà saltato a piè pari. Ora è sotto accusa di concussione. Immagino che sia innocente. Immagino che il mondo degli articoli otto non glielo perdonerà.Troppo scorno per le loro cattive coscienze. Prepariamoci al trionfo dei ” io ve lo avevo detto”. Ed allora…..ed allora io sono con Mimmo Lucano. Senza se e senza ma….a prescindere…come ama dire il mio amico Pino Toscano.
Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Crotone, impresa di pulizie fantasma, denunciate 43 persone

43 falsi lavoratori, compreso l’amministratore dell’impresa di pulizie “fantasma”, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Crotone per truffa aggravata finalizzata al conseguimento di indebite erogazioni previdenziali ed assistenziali e falsità ideologica. Secondo gli investigatori, gli indagati avrebbero creato ad hoc un’impresa per consentire ai falsi lavoratori l’indebita percezione di indennità…

Leggi tutto »

Locri, danneggiamento e furto all’ostello “Locride”

Ne avevamo parlato esattamente dodici giorni fa dell’apertura, a Locri, di un ostello della gioventù all’interno di un bene confiscato alla ‘ndrangheta. Si chiama “Locride” e a gestirlo è il Consorzio “Goel” che si è aggiudicato l’assegnazione gratuita del bene dopo che la precedente gara indetta dal Comune era andata…

Leggi tutto »