MediterraneiNews.it

Dieta mediterranea: Grillo e Mirabello in punta di fioretto

alfonsino grillo
alfonsino grillo

<La legge sulla dieta mediterranea in Calabria c’era già; era la n.45/2013 proposta dal sottoscritto e approvata dal governo di centrodestra>. A parlare è Alfonsino Grillo, ex consigliere regionale che, nell’immediatezza dell’approvazione della nuova legge, non esita ad accusare il governatore Mario Oliverio, il consigliere Orlandino Greco e il presidente della terza commissione Michele Mirabello di <complicità nello scippo>. Tutti e tre, a suo parere, sarebbero colpevoli <d’aver rilegato la Calabria e Nicotera, dopo tre anni d’inefficienza sul tema, a semplici spettatrici dei successi di altre regioni, ad esempio la Campania>. Si sarebbe accorti solo ora che <il treno dell’Expo 2015 è passato a gran velocità> dell’importanza della dieta mediterranea e della spinta che la stessa potrebbe dare all’intera regione.

ancel keys a nicotera
ancel keys a nicotera

Grillo, peraltro, rimprovera ai tre avversari politici di aver garantito <la partecipazione a protocolli d’intesa (Carta mediterranea per l’infanzia – Milano 2015) per esaltare i prodotti della Campania rimediando figuracce in tutta Italia, Expo compresa>. C’è poi un altro aspetto che Grillo non accetta. <Oliverio – dice – ancora una volta ha una visione ristretta della Calabria> diventata, in sostanza “Cosenzacentrica” perché sono previsti accordi con l’Unical, alcuni insediamenti minori cosentini faranno da capisaldi e i firmatari della legge sono cosentini. La conclusione, quindi, è presto fatta: cancellare la legge 45/2013, a parere di Grillo, ha il solo scopo di spostare il baricentro in Calabria da Vibo a Cosenza. Oliverio risolverebbe anche la questione Nicotera riservandole <panem et circenses>. Parole dure come macigni che, rotolando velocemente verso Capo Vaticano, vengono “neutralizzate” da Michele Mirabello, relatore della legge approvata lunedì scorso col voto di tutti i consiglieri, tranne Vincenzo Pasqua che si è astenuto.

michele mirabello
michele mirabello

<Intanto – afferma – nessuno toglie a Grillo i meriti dell’aver proposto e fatto approvare la prima legge sulla dieta mediterranea. Va rilevato, però, che quella legge – continua – non è mai stata attuata perché era di corto respiro ed era stata strutturata con l’unico obiettivo di puntare all’Expo 2015>. Aveva anche un altro serio limite nel fatto che <creava una delle tante fondazioni – spiega ancora – che in quella stessa legislatura, l’allora presidente Giuseppe Scopelliti decideva di annullare in toto>. Di contro <la nuova legge – prosegue l’esponente del Pd – ha una visione a vasto raggio, coinvolge tutte le università calabresi e contribuirà in maniera efficace alla valorizzazione delle filiere enogastronomiche con ricadute positive sul turismo e sull’economia calabrese>. Poi un chiarimento indispensabile. <Nicotera non viene scippata di nulla – rimarca Mirabello – perché avrà un rappresentante dell’Accademia nel Comitato scientifico, la sede dell’Osservatorio e un componente nel direttivo dello stesso>. C’è a suo parere anche un altro paradosso perché <in Consiglio – sottolinea – sono intervenuti i consiglieri Magno e Nicolò di Forza Italia per elogiare il lavoro svolto e, a proposito della legge Grillo, hanno parlato di <legge abortita> per interruzione della legislatura>.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Ottantatrè i comuni calabresi chiamati al voto l’11 di Giugno.

Sono complessivamente 83, i comuni calabresi interessati dalla tornata elettorale amministrativa dell’11 giugno prossimo. In cinque di questi – superiori ai 15000 abitanti – è previsto un eventuale turno di ballottaggio, il 25 giugno. Quasi 400mila, gli elettori che saranno chiamati alle urne. Un test quindi molto rilevante per la…

Leggi tutto »

Fosso San Giovanni pericolo esondazione

Il fosso San Giovanni circondato da sterpaglie di alte dimensioni e zeppo di rifiuti di ogni tipo, pneumatici, elettrodomestici, mobili in legno, carcasse di auto, che fanno da “tappo” al fluire delle acque e, perciò, pronto ad esondare alle prime forti piogge. E’ la denuncia di Maria Domenica Corso, proprietaria…

Leggi tutto »