MediterraneiNews.it

Australia al referendum per le nozze gay vincono i SI.

Con il voto di ieri, l’Australia entra nel novero dei paesi che riconoscono le nozze tra persone dello stesso sesso. Al referendum consultivo che si è svolto ieri e che ha visto un altissima partecipazione al voto – il 79.6% degli aventi diritto – infatti, i Si sulla legalizzazione dei matrimoni gay, hanno prevalso nettamente con il 61.6% dei consensi.

In Australia avere rapporti sessuali omosessuali è legale dal 1994, mentre il matrimonio tra persone dello stesso sesso era stato proibito dal 2004, quando il primo ministro dell’epoca, il conservatore John Howard, fece modificare l’Australian marriage act del 1961 specificando che il matrimonio fosse solo “l’unione di un uomo e una donna con l’esclusione di tutti gli altri”.

Toccherà adesso al parlamento di Canberra tradurre in legge il verdetto referendario. Un impegno che è stato preso sia dall’attuale primo ministro il conservatore Malcolm Turnbull che dall’opposizione del partito laburista.

Certamente bisognerà vedere in che termini sarà codificato questo nuovo diritto dei cittadini australiani, ma la tradizionale serietà del sistema politico dell’isola continente non fa nutrire dubbi sul fatto che la legge sarà varata entro pochi mesi.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Inascoltato l’esperto analista di Intelligence Prof. Mario Caligiuri: “Contro il terrorismo occorre una grande sinergia tra cyber-intelligence e human-intelligence”

Occorrono, per altro, “meccanismi di selezione delle informazioni, che colleghino, da un lato, le capacità delle tecnologie, per estrarre e a raccogliere fonti e quantità d’informazioni sempre maggiori, ma, dall’altro, occorre la capacità di filtrare queste informazioni, e, soprattutto, di interpretarle per tempo. Occorre altresì, una grande sinergia tra cyber-intelligence…

Leggi tutto »

Il “cappotto” di Trump all’establishment globale

Il “cappotto” di Trump all’establishment globale (di Lupo Glori) Con almeno 289grandi elettori, ben 19 oltre la soglia minima, Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Il candidato repubblicano si è aggiudicato, oltre le aspettative, l’attesissima sfida presidenziale contro la rivale democratica Hillary Clinton, fermatasi a quota 228….

Leggi tutto »