MediterraneiNews.it

Olivieri incontra il ministro della Salutte Lorenzin per chiedere la fine del commissaiamento della sanità calabrese.

Si è tenuto oggi a Roma, il tanto atteso incontro tra il Governatore Oliviero e il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Oliverio – dicono i rumors provenienti dal Palazzo – non ha trovato la Lorenzin insensibile alla richiesta di porre fine al commissariamento della sanità calabrese ma la stessa si è limitata a dire al Governatore che porterà il “Caso Calabria” all’attenzione del governo.

E Oliverio stasera – in una nota diffusa dall’ufficio stampa della Regione Calabria – ha affermato di aver ribadito al Ministro Lorenzin le sue “forti preoccupazioni condivise dalla quasi totalità dei sindaci Calabresi circa la grave condizione in cui versa il Servizio Sanitario calabrese” sulla scorta dei “dati certificati anche dal Tavolo dei ministeri Vigilanti ( MEF e Ministero della Salute) la scorsa settimana, che confermano una gestione dei risultati fallimentari di 7 anni di commissariamento”. Lo stesso – si lege sempre nella nota in questione – ha definito “inaccettabile che i calabresi continuino a sopportare il massimo della tassazione con i Servizi sanitari meno efficienti ed inadeguati d’ Italia” e “ancora più inaccettabile è il rischio che in futuro siano costretti a pagare ulteriori tassazioni per coprire i nuovi debiti determinati e a sopportare un nuovo blocco delle assunzioni di personale sanitario (medici e paramedici). Una spirale negativa che bisogna assolutamente spezzare” .

Di certo è un piccolo passo avanti ma la partita si prospetta ancora lunga……

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera – L’ospedale torna a far parlare di sé.

E’ di qualche giorno fa la notizia che la dirigenza dell’Azienda sanitaria di Vibo ha palesato l’intenzione di impiantare nella nostra struttura un Centro di riabilitazione per minori affetti da autismo. Certamente una buona notizia anche se la storia recente della nostra città ci induce alla cautela. Sull’ospedale civile se…

Leggi tutto »

Affondo di Pacilè (PD): “Vibo Valentia è allo sbando”.

“Vibo Valentia è una città in uno stato d’abbandono come mai prima d’ora. I servizi sono pressoché inesistenti, le strade sporche, il commercio morente, i lavori pubblici fermi, la programmazione latitante, le frazioni al collasso e in competo stato d’abbandono. Tutto questo, dal nostro punto di vista, non può che…

Leggi tutto »