MediterraneiNews.it

Le dichiarazioni di un sindaco leghista sui medici meridionali infiammano il dibattito politico. Dura replica del Partito democratico.

Dopo le dichiarazioni del sindaco leghista di Cascina nel pistoiese si accende la bagarre politica.

Il PD calabrese – con un comunicato diffuso dal segretario regionale Magorno – “esprime solidarietà e vicinanza ai medici calabresi, al centro di una scandalosa affermazione della sindaca leghista di Cascina, secondo la quale i professionisti della nostra regione dovrebbero essere pagati di meno perché meno bravi. Siamo di fronte a dichiarazioni di inaudita gravità e che la dicono lunga sul retroterra di ignoranza, malafede e pericolosa deriva razzista in cui nascono e crescono gli epigoni di Matteo Salvini”.

“Invitiamo la sindaca – si legge nella nota – a toccare con mano la qualità dei medici calabresi, che – semmai – sono bravi due volte, dal momento che spesso operano in contesti complessi e di fragilità e nonostante ciò offrono prestazioni importanti e d’eccellenza. Per non parlare, poi, dei medici calabresi che si sono affermati al di fuori della nostra regione, ricoprendo postazioni di prestigio in Italia e al di fuori dei confini nazionali”.

“Ci aspettiamo un immediato atto di scuse dalla sindaca e dalla forza politica a cui appartiene. Ci aspettiamo, soprattutto, – concludono i dem – una chiara e repentina presa di distanza dai sostenitori calabresi di un partito che fa del populismo il suo tratto distintivo”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Arriva lo snack fatto con le “clementine” di Calabria.

E’ propio vero che le idee più semplici sono quelle che non vengono in mente a mnessuno. Non è accaduto però al nostro corregionale Francesco Rizzo, un trentenne che dopo avere vissuto a Roma e in Canada è tornato in Calabria e precisamente  a Corigliano Calabro, nella Piana di Sibari…

Leggi tutto »

Nasce a Corigliano un nuovo comitato proteso a informare e sensibilizzare sulla bontà della proposta di fusione dei comuni di Corigliano e di Rossano in vista del referendum del 22 ottobre 2017. Il movimento conta al momento 17 aderenti, i referenti sono Gisella Santelli e Antonello Gianzi. Programmata per lunedì…

Leggi tutto »