MediterraneiNews.it

Nicotera, appuntamento il 26 a Comerconi per il presepe vivente

Realizzato per la prima volta nel 1997, il presepe vivente della frazione Comerconi di cui quest’anno si celebra il ventennale, è ormai divenuto tradizione delle feste natalizie. Un traguardo importante non solo per il paese, ma anche per l’intero territorio.

Per questa occasione la comunità parrocchiale ha programmato una serie di eventi: la proiezione di un filmato che racchiude la storia dei venti anni, due mostre, una di presepi artistici e una fotografica composta da 20 cartelloni rappresentanti i venti anni trascorsi e ancora una serata di musica, danza, canto e recitazione, “Artisticamente insieme”. L’evento più atteso si svolgerà il 26, quando, alle 17,30, il presepe vivente sarà inaugurato con il taglio del nastro che avverrà alla presenza di tutti i “Gesù Bambino “ che si sono succeduti in questi venti anni di presepi.

“La comunità – afferma don Saverio Callisti – sta vivendo un momento bello e direi anche storico per questa circostanza. Tutta la comunità, piccoli e grandi, sta lavorando per rendere il borgo antico di Comerconi ancora più suggestivo e rivivere così l’evento della nascita di Cristo in un clima di familiarità e nel segno dell’amicizia e della gioia”. Il presepe vivente, come di consuetudine, sarà replicato il 6 gennaio sempre alle 17.30.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera, al “Ciccio Lapa” ritorna il grande calcio giovanile

Esordio casalingo, sabato 14 ottobre alle ore  15, per gli allievi regionali del presidente-mister Mario Solano. A fare visita ai “tigrotti” nicoteresi, come affettuosamente vengono chiamati da Solano i giovani calciatori dell’Asd, sarà  una delle squadre più forti del calcio giovanile calabrese, l’Armando Segato di Reggio Calabria, targata Juventus. In…

Leggi tutto »

Corrado Alvaro, fine uomo di cultura, lontano dalle lusinghe del fascismo e sempre vinto dalla voglia di conoscere il mondoirrequieto uomo del Sud

Alvaro alla redazione de “Il mondo” di Pannunzio, il suo incontro con Moravia e le malinconie del periodo romano in questo splendido saggio    di Pino Neri Fin dal quinto numero del 19 marzo del 1949,Alvaro cominciò a scrivere dapprima come critico teatrale fino al dicembre del 1951 ,quindi come critico…

Leggi tutto »