MediterraneiNews.it

Parghelia, ritrovato sulla spiaggia un esemplare di Capodoglio.

Sono state forse le corde e le reti da pesca che ne hanno reciso le estremità a causare il decesso dell’esemplare di Capodoglio rinvenuto sulla spiaggia di Parghelia.

Decesso che sarebbe avvenuto in mare aperto mentre solo successivamente il corpo del cetaceo sarebbe stato trasportato a riva dalla correnti.

Il capodoglio (Physeter macrocephalus, Linnaeus 1758) o fisetere (dal greco φῡσητήρ, phȳsētḗr, “sfiatatoio”, “che soffia”) è il più grande di tutti gli Odontoceti e il più grande animale vivente munito di denti, misurando fino a 18 metri di lunghezza. I capodogli, insieme agli Iperodonti e agli elefanti marini, sono i mammiferi che si immergono più in profondità del mondo. Si pensa che siano in grado di immergersi fino a 3 km di profondità e che possano restare sul fondo dell’oceano fino a 90 minuti. Le immersioni più tipiche si aggirano intorno ai 400 m di profondità, durano 30-45 minuti e vengono effettuate generalmente verso nord.

Del caso – oltre al wwf calabrese e alla Capitaneria di porto di Vibo marina – si interesserà anche il servizio veterinario dell’Asp di Vibo Valentia e l’Istituto zooprofilattico di Padova che eseguirà sulla carcassa studi genetici e parassitologici e per rilevare la presenza di metalli pesanti.

L’esemplare aveva un età di due anni, una lunghezza di 6.5 metri e un peso di due tonnellate e mezzo.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Tropea: sarà presentato l’11 Febbraio il libro di Massimiliano Capalbo “”Fatti foste a viver di turismo”.

L’Associazione storico-culturale Libertas con il patrocinio della Consulta comunale delle associazioni di Tropea, presenterà il libro di Massimiliano Capalbo “Fatti foste a viver di turismo – perchè il turismo è affare di tutti i calabresi”, edito da Rubettino. Perché il turismo non è mai divenuto l’asset economico principale della Calabria,…

Leggi tutto »

Tropea: il Consiglio di Stato conferma lo scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose.

A distanza di qualche mese dal verdetto dei giudici amministrativi che avevano sospeso l’esecutività della sentenza con la quale il Tar del Lazio aveva annullato il decreto di scioglimento degli organi elettivi del Comune di Tropea per infiltrazioni mafiose deciso il 12 agosto 2016, a mettere ora la parola “fine” all’intera vicenda è la III° sezione…

Leggi tutto »