MediterraneiNews.it

Joppolo, il gruppo di maggioranza espelle Mimmo Taccone

Mimmo Taccone, il consigliere comunale che dopo la morte del boss Totò Riina, su Facebook, aveva chiesto un minuto di silenzio, è stato espulso dal gruppo consiliare di maggioranza “Insieme per Ricominciare”.

“Nel confermare quanto già esternato in data 21 – affermano i componenti – e, successivamente, per come verbalizzato nella seduta consiliare del 27, il gruppo consiliare di maggioranza, a memoria di tutte le vittime della mafia e dalla parte di tutti i cittadini onesti che la combattono ogni giorno, ribadisce la propria mortificazione per il gesto del giovane consigliere comunale Mimmo Taccone”.

“Un’amministrazione comunale – proseguono – deve, invece, essere portatrice di principi moralmente sani e ineccepibili, deve tutelare l’integrità morale di tutta la cittadinanza, di tutte le donne e gli uomini perbene, deve per prima essere specchio di trasparenza, legalità ed irreprensibilità. Pertanto, preso atto che ad oggi, nonostante il reiterato quanto inascoltato invito alle dimissioni dalla carica di consigliere comunale, questa compagine lo espelle dal gruppo consiliare di maggioranza “Insieme per Ricominciare”.

Una nota scritta relativa alla decisione è stata recapitata al segretario comunale Filippo Potenza e al presidente del Consiglio comunale, Florinda Albino.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Il Governatore della Banca d’Italia Visco…perchè?

Pino Macino, da Pupari & Pupi L’assalto alla banca d’Italia sferrato dai fedelissimi di  Renzi non è soltanto un atto istituzionalmente inqualificabile.E’ ben altro. Quando la si fa a pochi giorni dalla scadenza del mandato è altra cosa: è il voler comandare la dove non si può, scavalcare dove non…

Leggi tutto »

Joppolo, raccomandate trovate per strada, presentata denuncia ai Carabinieri

Esattamente a fine gennaio, la giunta comunale guidata dal sindaco Carmelo Mazza aveva deliberato una protesta ufficiale inviata alle sedi provinciale e regionale di Poste Italiane, al Ministero dello sviluppo economico e al Prefetto di Vibo Valentia per contestare la mancata consegna, nella cittadina tirrenica, della corrispondenza, in specie di quella…

Leggi tutto »