MediterraneiNews.it

Parghelia, i Carabinieri sequestrano animali di specie protette tenuti in stato di maltrattamento

I Carabinieri della Compagnia di Tropea guidati dal comandante, tenente Renato Lanzolla, in seguito all’operazione di polizia effettuata a Parghelia lo scorso 4 gennaio, durante la quale avevano arrestato un soggetto del posto per detenzione illegale di 350 chilogrammi di artifizi pirotecnici unitamente a del materiale ricettato, hanno individuato una campagna in cui vi erano custoditi diversi animali tra cui molti volatili di origine esotica tenuti in stato di abbandono ed in pessime condizioni igienico-sanitarie.

Le successive indagini esperite con l’ausilio dei Carabinieri Forestali di Reggio Calabria hanno permesso di appurare le pessime condizioni in cui versavano gli animali accertando anche che i volatili di origine esotica appartenevano a specie protette in via di estinzione.

Al termine delle operazioni si è proceduto a sequestrare l’intera area e per quanto riguarda i volatili si è proceduto ad affidarli al centro regionale di animali selvatici “Cras”. Contestualmente il titolare è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per abbandono di animali e detenzioni di specie animali protette.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Lungomare di Joppolo, obiettivo dei vandali

Preso di mira dai vandali, ancora una volta, il lungomare del comune tirrenico dove, nella scorsa notte, ignoti avrebbero reso inutilizzabili i contenitori in plastica impiegati per la raccolta differenziata, sradicato una delle fioriere in plastica sistemate sulla strada, danneggiato la segnaletica stradale, in particolare sarebbero stati divelti due divieti…

Leggi tutto »

Vibo Valentia, alunni e docenti della “Murmura” incontrano i genitori di Domenico Gabriele, vittima innocente di mafia

Nell’ambito del percorso sulla legalità “Educare alla cittadinanza e alla legalità attiva”, alunni e docenti della scuola Secondaria di I grado “Murmura” del dirigente scolastico Pasquale Barbuto, hanno avuto l’opportunità, grazie all’associazione Libera, di incontrare i genitori del piccolo Domenico Gabriele, Dodò, vittima innocente di mafia. Ha aperto il dialogo con…

Leggi tutto »