MediterraneiNews.it

Nicotera, la scuola di musica “Body music” sigla l’ennesimo successo

Uno spettacolo di altissimo spessore artistico-emozionale quello offerto, nella splendida cornice della sala convegni dell’hotel “Miragolfo”, all’attento e numeroso uditorio, da allievi e maestri della scuola di musica “Body music”, convenzionata con il Conservatorio “Torrefranca” di Vibo Valentia.

Un’atmosfera da sogno quella ricreata dai piccoli musicisti della scuola nicoterese che, sperimentando diversi generi musicali, classico, rock, pop-funky, jazz e metal, hanno dato prova delle loro notevoli qualità e della loro duttilità espressiva in un concerto dal titolo “People help the people” presentato da Fabio Rodigliano e Chiara Stella Capria.

Chiara Stella Capria e Fabio Rodigliano

Per oltre tre ore, i piccoli strumentisti, con le loro performance, sono riusciti a magnetizzare l’attenzione degli astanti. Un successo siglato dai maestri Lorena Rulli e la stessa Capria, titolari della nota scuola di musica ed affermate musiciste, hanno calcato i teatri più importanti d’Italia, dall’Opera di Roma, all’ Arena di Verona alla Sala Nervi del Vaticano. Un curriculum di tutto rispetto quello del maestro Rulli, nota sul territorio nazionale anche per aver accompagnato artisti del calibro di Battiato, Bennato, Minghi, Britti e per aver inciso numerose colonne sonore. “La musica – afferma la Rulli – è una rivelazione profonda, una conquista dell’anima”.

Il consueto appuntamento musicale con la platea nicoterese, quest’anno è giunto alla terza edizione, è di ampie prospettive, i più piccoli studenti hanno spento, infatti, da poco la loro sesta candelina e rientra nel ricco ed ambizioso progetto targato “Body music”, una scuola sempre più in crescita sia per adesioni sia per offerte formative anche grazie alla professionalità delle titolari.

La particolarità che più ha colpito il nutrito pubblico magnetizzato dalle varie esibizioni degli studenti, frutto evidente della capacità professionale del corpo docente, è stata la compostezza e la perfetta interpretazione strumentale offerta dagli stessi. Per nulla emozionati dall’ambiente, oltreché dal pubblico, i giovani allievi hanno svolto il concerto con appropriata capacità artistica ed evidente spigliatezza interpretativa. La manifestazione, per espressa volontà dei bambini, ha avuto uno scopo benefico.

Le offerte raccolte sono state devolute, infatti, all’orfanotrofio di Polistena, la cui direttrice, suor Angela, ha presenziato con alcune ospiti della Casa famiglia, all’evento musicale.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Il nonno Puparo e il nipote Pupo… il compimento di un anno

Permetteteci di fare gli auguri ad un nonno speciale, nostro collaboratore ed ideatore della ” rubrica di scritti corsari quasi quotidiani”…Pupari & Pupi. Oggi è in festa per il nipote che compie un anno. Nonno Pino in questo “scritto corsaro” rappresenta e racchiude il sentimento tipico dell’affetto speciale del meridionale…

Leggi tutto »

La Fanfara dei Carabinieri conquista l’applauso della gente

 <Con questo concerto l’Arma vuole lanciare un chiaro messaggio di vicinanza ai cittadini di Nicotera> dove operano i militari di due caserme <delle quali dovete essere orgogliosi> perché sono costantemente impegnate per garantire la sicurezza del territorio. Questo, per estrema sintesi, il contenuto del breve discorso che il tenente colonnello…

Leggi tutto »