MediterraneiNews.it

Ancora una intimidazione ai danni di un imprenditore vibonese.

La criminalità organizzata alza ancora il tiro nel vibonese. Il nuovo episodio è avvenuto ieri a Vena superiore, frazione del comune capoluogo dove ignoti intorno alle 13.30 hanno esploso 4 colpi di fucileall’indirizzo dell’auto e del portone dell’abitazione di un imprenditore che opera nel settore della lavorazione del marmo e titolare di un’attività

Al momento non si esclude nessuna ipotesi ma la pista privilegiata rimane quella del racket delle estorsioni.

Sul posto i carabinieri della Stazione di Vibo Valentia che dopo aver raccolto la denuncia dello stesso imprenditore hanno effettuato i rilievi e avviato le indagini.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Crotone, confisca antimafia di beni immobili per un valore di 350mila euro – VIDEO

A seguito di complesse indagini patrimoniali coordinate dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto presso la Dda, Vincenzo Luberto e dal Sostituto Procuratore della Dda di Catanzaro, Domenico Guarascio, la Guardia di Finanza di Crotone ha sottoposto a confisca un patrimonio di circa 350mila euro nei…

Leggi tutto »

Solidarietà del Vescovo Renzo a parrocco di Arzona di Filandari.

il vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Luigi Renzo, insieme al presbiterio e alla comunità diocesana, ha rinnovato la sua vicinanza e solidarietà a don Ottavio Scrugli, parroco di Pizzinni e Arzona di Filandari, alla cui autovettura sono stati squarciati gli pneumatici per due volte nel giro di pochi giorni. Renzo – dopo…

Leggi tutto »