MediterraneiNews.it

Ancora una intimidazione ai danni di un imprenditore vibonese.

La criminalità organizzata alza ancora il tiro nel vibonese. Il nuovo episodio è avvenuto ieri a Vena superiore, frazione del comune capoluogo dove ignoti intorno alle 13.30 hanno esploso 4 colpi di fucileall’indirizzo dell’auto e del portone dell’abitazione di un imprenditore che opera nel settore della lavorazione del marmo e titolare di un’attività

Al momento non si esclude nessuna ipotesi ma la pista privilegiata rimane quella del racket delle estorsioni.

Sul posto i carabinieri della Stazione di Vibo Valentia che dopo aver raccolto la denuncia dello stesso imprenditore hanno effettuato i rilievi e avviato le indagini.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Mammola, scontro auto-camion, morto un uomo di 76 anni

Grave incidente stamani all’interno della galleria tra gli svincoli di Mammola e Gioiosa Ionica della statale 682, la strada di grande comunicazione Ionio-Tirreno. Morto un uomo di 76 anni che era a bordo della sua auto per cause in corso di accertamento. L’auto, infatti, si è scontrata contro un camion che procedeva in…

Leggi tutto »

Siglato un accordo tra l’associazione “Ali di fata” e il Tribunale di Vibo Valentia

Un nuovo obiettivo raggiunto nel mese di febbraio da parte dell’Associazione Ali di Fata, che ha siglato una convenzione con il Tribunale di Vibo Valentia. L’associazione ospiterà, attraverso il programma “Messa alla Prova”, chi come percorso riabilitativo in società aderisce a questo programma per scontare pene pecuniarie o pene detentive di piccola…

Leggi tutto »