MediterraneiNews.it

Accordo fatto per il nuovo governo in Germania tra democristiani e socialdemocratici.

L’accordo per formare il nuovo governo federale in germania è stato finalmente trovato dopo una lunga trattativa. Ricordiamo infatti che lelezioni si erano tenuti il 24 settembre scorso. Adesso l’ultima parola spetterà agli iscritti del Partito socialdemocratico tedesco (SPD) ma non dovrebbero esseri problemi e quindi sarà ancora una volta una Grande Coalizione tra CDU e SPD a governare la “Locomotiva d’Europa”.

Secondo le prime indiscrezioni che trapelano sui media tedeschi e dalla cancelleria a Berlino ai socialdemocratico dovrebbero andare i ministeri degli esteri, delle finanze e del lavoro. Il partito della cancelliera avrebbe ottenuto la Difesa e lo strategico ministero dell’economia.

Ai Cristiano-sociali bavaresi – l’ala destra della CDU – andrebbe invece ol ministero degli interni. Una scelta non casuale visto che è propio questo segmento della coalizione governativa ad avere – specie sui migranti – le posizioni più rigide.

Soddisfazione per la conclusione della trattiva è stata espressa dalla stessa Angela merkel ma anche da vari partner dell’eurozona vista la centralità della Germania all’interno dell’Ue.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Prestigioso incarico al Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri.

Il ministro degli esteri Angelino Alfano per le nomine di competenza del suo dicastero all’interno dell’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) ha chiesto la disponibilità del Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri che ha accettato la designazione. Gratteri quindi – magistrato di spicco da sempre in…

Leggi tutto »

Danimarca: sconfitta del centrodestra nelle elezioni regionali e municipali.

La coalizione di centro destra che governa la Danimarca è uscita un pò ammaccata dalle elezioni regionali e comunali di metà mandato, tenutesi domenica nel paese scandinavo. Un importante test politico in vista delle elezioni generali della primavera del 2019. Le sinistre infatti – a scrutinio quasi ultimato – hanno…

Leggi tutto »