MediterraneiNews.it

Renzi si dimette da segretario PD, ma solo dopo il nuovo governo. Il PD nessun inciucio con la Lega e con i 5 Stelle.

“Il nostro posto in questa legislatura è all’opposizione. Lì ci hanno chiesto di stare i cittadini italiani e lì staremo. Il PD non diventerà la stampella di forze antisistema”. Lo dice il segretario del PD Matteo Renzi al Nazareno, durante una conferenza stampa sui risultati elettorali.

“Si parla spesso di forze responsabili. Saremo responsabili e la nostra responsabilità sarà di stare all’opposizione. Mi sento garante di un impegno morale politico e culturale: abbiamo detto in campagna elettorale no a un governo con gli estremisti e noi non abbiamo cambiato idea, non stavamo scherzando. Tre elementi ci separano da Di Maio e Salvini: antieuropeismo, anti-politica e utilizzo dell’odio verbale. Dunque si parla spesso di essere responsabili e lo saremo”.

“È ovvio che lasci la guida del PD dopo questo risultato, e ho già chiesto ad Orfini di convocare l’Assemblea per aprire la fase congressuale al termine della fase di insediamento del Parlamento e della formazione del nuovo governo. Serve un Congresso che a un certo punto permetta alla leadership di fare ciò per cui è stato eletto. Non un reggente scelto da un ‘caminetto’, ma un segretario scelto dalle primarie”.

“Mi sento garante di un impegno politico e culturale. No a governo con estremisti e di estremisti, non abbiamo cambiato idea nelle ultime 48 ore”.

LA CONFERENZA STAMPA

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

La Regione Calabria estenderà il progetto “Fitti zero”. Già risparmiate consistenti risorse.

Il progetto Fitti Zero varato dalla Regione Calabria sarà ulteriormente esteso e rafforzato. Lo ha annunciato una nota dell’ufficio stampa della Regione Calabria nella quale si riporta le dichiarazioni del vicepresidente Antonio Viscomi il quale ha annunciato che “nella prossima seduta di Giunta sarà approvata una delibera che estende anche…

Leggi tutto »

Oliverio torna ad attaccare la gestione commissariale della sanità calabrese.

L’inchiesta mandata in onda l’altra sera dalla trasmissione di La7 “Piazzapulita” è l’ennesima conferma di una situazione non più tollerabile in cui versa la sanità calabrese dopo 8 anni di commissariamento da parte del Governo nazionale e 9 anni di piano di rientro dal debito sanitario”. Lo ha affermato in…

Leggi tutto »