MediterraneiNews.it

Elezioni in Russia. Putin rieletto presidente.

Vladimir Putin è stato trionfalmente rieletto Presidente della Federazione russa. Con oltre il 76% dei voti, il Presidente ha superato il comunista Pavel Grudinin, il nazionalista Vladimir Zhirnovskij e altri cinque candidati. Il giorno della rielezione coincide con il quarto anniversario del referendum che ha ricondotto la Crimea nell’orbita di Mosca.

Con quasi il 100% delle schede scrutinate, Putin ha ottenuto il 76,7%, ben 13 punti in più rispetto alle scorse elezioni. Il candidato del Partito Comunista della Federazione russa (KPRF), Pavel Grudinin, ha ottenuto l’11,8%, il nazionalista Vladimir Zhirinovskij, leader del partito liberal-democratico, ha ottenuto il 5,6%, Ksenija Sobchak, figlia del mentore di Putin ed ex sindaco di San Pietroburgo Anatolij, ha conquistato l’1,7%, il leader del partito antiputiniano Jablolko Grigorij Javlinskij ha ottenuto l’1,04%. Gli altri tre candidati non hanno superato l’1% dei suffragi.

L’affluenza si è attestata al 67,5% degli aventi diritto al voto, in crescita di 2,5 punti rispetto al voto di sei anni fa. Per Vladimir Putin si tratta del quarto mandato, secondo la costituzione russa, fra sei anni non potrà candidarsi per un’ulteriore rielezione. La costituzione, infatti, vieta più di due mandati consecutivi, già tra il 2008 e il 2012 Putin aveva lasciato la presidenza della Federazione all’attuale premier Dmitrij Medvedev. Il leader del Cremlino ha assicurato che non intende modificare la magna carta russa per candidarsi nuovamente nel 2024.

Parlando alla folla riunita per la notte elettorale il presidente ha ringraziato tutti i russi per la rielezione ed ha sottolineato come il paese debba compiere “un grande sforzo per lo sviluppo”, aggiungendo che la Russia è in grado di farlo. Il leader del Cremlino ha lanciato anche un appello all’unità di tutti i russi per lavorare insieme e superare i problemi che attraversa il paese.

Nel suo discorso Putin ha rivolto un accenno alla crisi diplomatica in corso con il Regno Unito, definendo “assurda” l’idea che lo stato russo possa essere accusato di avvelenamento di ex spie.

“Penseremo al futuro della nostra grande patria, al futuro dei nostri figli, e così facendo, siamo certamente destinati a farcela,  il successo è nel nostro destino – ha affermato Putin – lavoreremo duramente per il futuro della Russia”.

fonte: sicurezza internazionale

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Australia al referendum per le nozze gay vincono i SI.

Con il voto di ieri, l’Australia entra nel novero dei paesi che riconoscono le nozze tra persone dello stesso sesso. Al referendum consultivo che si è svolto ieri e che ha visto un altissima partecipazione al voto – il 79.6% degli aventi diritto – infatti, i Si sulla legalizzazione dei matrimoni…

Leggi tutto »

Elezioni a malta: confermato il premier laburista Muscat.

Uno dei più affollati mesi elettorali della storia europea recente – quattro elezioni politiche e un test amministrativo di grande livello) – si è aperto ieri con un test elettorale che ha riguardato uno dei più piccoli stati dell’Unione Europea: Malta. Un assaggio di quanto avverrà tra pochi giorni nel…

Leggi tutto »