MediterraneiNews.it

Ultim’ora Limbadi. E’ stata una bomba e non un incidente ad uccidere Matteo Vinci e ferito gravemente il padre.

Il prefetto di Vibo Valentia, Guido Longo, ha convocato d’urgenza il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle indagini sulla esplosione  di un’auto a Limbadi che, nel pomeriggio di oggi intorno alle 15.30, ha dilaniato Matteo Vinci di 42 anni mentre viaggiava in una stradina interpoderale nelle campagne di Limbadi in località Ceravolo. A bordo vi era Matteo Vinci 42 anni e suo padre Francesco di 70 anni.  Matteo ex rappresentante di medicinali, è morto sul colpo mentre il padre  ex carrozziere, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale a Vibo Valentia e versa in gravissime condizioni.

Le indagini, sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia e da  un magistrato della Procura antimafia di Catanzaro. Gli artificieri dei carabinieri sono al lavoro per gli accertamenti tecnici alfine di verificare la dinamica dell’esplosione.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vallelonga (VV), rinvenuta piantagione di 140 piante di canapa indiana

Nel corso della mattinata odierna i militari della Compagnia di Serra San Bruno hanno rinvenuto a Vallelonga, presso la località “Marino”, una piantagione di circa 140 piante di canapa indiana. La piantagione è stata individuata grazie all’ausilio di un elicottero dell’Arma e poi raggiunta dai Carabinieri del 4° Reggimento Carabinieri…

Leggi tutto »

A Nicotera è in arrivo sua eccellenza il profugo. La sorpresa SPRAR spiazza la piazza…

Avevamo già scritto, in alcuni articoli ad inizio anno in tempi non sospetti, sulla ventilata ipotesi di un centro di accoglienza per profughi a Nicotera. Uno SPRAR-Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati? Sul sito della Prefettura di Vibo Valentia non ci sta traccia di alcun allegato 5 dove…

Leggi tutto »