MediterraneiNews.it

Ultim’ora Limbadi. E’ stata una bomba e non un incidente ad uccidere Matteo Vinci e ferito gravemente il padre.

Il prefetto di Vibo Valentia, Guido Longo, ha convocato d’urgenza il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle indagini sulla esplosione  di un’auto a Limbadi che, nel pomeriggio di oggi intorno alle 15.30, ha dilaniato Matteo Vinci di 42 anni mentre viaggiava in una stradina interpoderale nelle campagne di Limbadi in località Ceravolo. A bordo vi era Matteo Vinci 42 anni e suo padre Francesco di 70 anni.  Matteo ex rappresentante di medicinali, è morto sul colpo mentre il padre  ex carrozziere, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale a Vibo Valentia e versa in gravissime condizioni.

Le indagini, sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia e da  un magistrato della Procura antimafia di Catanzaro. Gli artificieri dei carabinieri sono al lavoro per gli accertamenti tecnici alfine di verificare la dinamica dell’esplosione.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Auto in fiamme a Filogaso.

Salgono a 17 i mezzi e le auto incendiate dall’inizio dell’anno nel Vibonese. L’ultimo episodio, è avvenuto all’alba, a Filogaso piccolo centro del comprensorio dell’Angitola,  dove un autovettura – in uso a D.M., 47 anni, operaio del luogo – è andata quasi del tutto distrutta a causa di un incendio. Sul posto…

Leggi tutto »

Curinga, i Carabinieri arrestano tre persone sorprese a coltivare una piantagione di cannabis

I carabinieri della stazione di Curinga hanno arrestato, in mattinata, tre persone, D.M. 46 anni M.S. classe 44 anni e S.C. 29, sorprese a coltivare svariate piantagioni di cannabis. Le indagini svolte dalla stazione dei Carabinieri di Curinga unitamente al Nucleo operativo della compagnia Carabinieri di Girifalco, in località “Moddone“,…

Leggi tutto »