MediterraneiNews.it

Calabria: il Governatore Oliverio vara la nuova giunta.

Il Presidente della Regione Mario Oliverio ha varato il nuovo esecutivo regionale con molte conferme ma anche tante novità

Maria Francesca Corigliano è stata nominata Assessore alla Cultura, ai Beni culturali e all’Istruzione. Laureata in Lettere Moderne con indirizzo socio-psico-pedagogico presso l’Università degli studi della Calabria è stata Assessore alla Scuola, biblioteche e diffusione del libro nella Giunta Comunale di Cosenza.

Maria Teresa Fragomeni ha invece ottenuto le deleghe al Bilancio e alla programmazione economica e finanziaria e alle politiche del personale. Laureata alla Sapienza di Roma in Scienze Politiche, e iscritta all’albo dei dottori commercialisti e revisori contabili, ha conseguito due master presso la Luiss di Roma, in organizzazione e management sanitario e sulla gestione del rischio sanitario ed ha al suo attivo, varie collaborazioni alla formazione del personale sanitario, sia presso l’università di Messina che di Catania.

Ad Angela Robbe, isono andate nvece le deleghe al Lavoro, alla formazione e alle Politiche sociali. Laureata in Filosofia all’Università degli Studi di Siena, ha svolto un master in marketing e comunicazione presso il CUOA e un master in finanza e controllo di gestione presso l’Università degli studi di Pisa, Presidente di LegaCoop Calabria. E’ Vice presidente della fondazione Ivano Barberini, membro della Consulta Regionale della Cooperazione, Presidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità di Catanzaro. E’ stata Presidente di EdilCassa calabrese, membro del Comitato di Sorveglianza del Cooperfidi Italia, e Presedente di Cooperfidi Calabria, e membro della Presidenza Nazionale Legacoop

A Francesco Russo, in aggiunta alle deleghe che già deteneva, è stata anche assegnata la delega assessorile allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive e la carica di vice-presidente della giunta regionale.

Confermati gli altri assessori uscenti Franco Rossi, Antonella Rizzo e Roberto Musmanno.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Oliverio scrive a Franceschini per riavere in Calabria il primo libro stampato in ebraico.

Fu sicuramente il Sud Italia ad ospitare le prime comunità della diaspora ebraica conseguente alla distruzione del Tempio di Gerusalemme – 70 DC – sotto l’imperatore romano Tito. I primi ottomila ebrei difatti giunsero in Puglia già pochi anni dopo il triste evento e qui operarono alcune delle maggiori personalità del…

Leggi tutto »

Napoli: costituita la Rete dei Festival letterari del Sud Italia. Presenti anche le principali manifestazioni calabresi.

Dall’Ufficio stampa del Festival Leggere&Scrivere riceviamo e pubblichiamo integralmente. Una buona notizia per la cultura anche perché – permetteteci l’orgoglio – è una lieta novella che arriva dal Sud. Stiamo parlando del Coordinamento dei festival letterari che si svolgono in vari luoghi del Mezzogiorno d’Italia, costituitosi pochi giorni fa, a Napoli,…

Leggi tutto »