MediterraneiNews.it

Nicotera, si è costituito Francesco Giuseppe Olivieri

E’ finita la latitanza di Francesco Giuseppe Olivieri, l’uomo che venerdì pomeriggio ha lasciato dietro di sè una scia di sangue e di terrore uccidendo a Nicotera due persone, Michele Valerioti, 68 anni, freddato sul balcone di casa e Giuseppina Mollese, 80 anni, morta in ospedale, e ferendo, a Limbadi, all’interno del bar “Nino’s”, tre uomini, Pantaleone Timpano, Pantaleone D’Agostino e Francesco Di Mundo.

Dopo il ritrovamento avvenuto, nel primo pomeriggio di ieri, della carcassa bruciata della sua auto, la Fiat Panda, in località “Colarizzi” di Spilinga, Olivieri, dopo tre giorni di fuga, si è recato presso il carcere di “Castelluccio” dove è stato raggiunto dal suo avvocato, Francesco Schimio presente all’interrogatorio condotto dal comandante della Compagnia di Tropea, Dario Solito e dal Pm Iannazzo.

Olivieri è stato interrogato per tutta la notte.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

michele mirabello

Arpacal, Mirabello (PD): “Vibo Valentia sede dell’osservatorio regionale sulla qualità delle acque marine e centro regionale per le attività formative”.

“Registro con soddisfazione il fatto che la giunta regionale la scorsa settimana ha definitivamente approvato il nuovo regolamento dell’arpacal, accogliendo in pieno i rilievi che ho formulato nell’interesse del territorio vibonese”. A dichiararlo in una nota è il consiglire regionale Michele Mirabello del Partito Democratico. “Dopo una lunga ed attenta…

Leggi tutto »

Vibo Valentia, tra Toscana e Calabria, maxi-operazione contro il traffico internazionale di cocaina

Condotta dal Nucleo investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Livorno e dal Nucleo Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Pisa è in corso, in queste ore, una vasta operazione contro il traffico internazionale di cocaina. Nello specifico, sarebbe stata colpita un’organizzazione criminale al soldo della ‘ndrangheta in Toscana….

Leggi tutto »