MediterraneiNews.it

Nicotera, si è costituito Francesco Giuseppe Olivieri

E’ finita la latitanza di Francesco Giuseppe Olivieri, l’uomo che venerdì pomeriggio ha lasciato dietro di sè una scia di sangue e di terrore uccidendo a Nicotera due persone, Michele Valerioti, 68 anni, freddato sul balcone di casa e Giuseppina Mollese, 80 anni, morta in ospedale, e ferendo, a Limbadi, all’interno del bar “Nino’s”, tre uomini, Pantaleone Timpano, Pantaleone D’Agostino e Francesco Di Mundo.

Dopo il ritrovamento avvenuto, nel primo pomeriggio di ieri, della carcassa bruciata della sua auto, la Fiat Panda, in località “Colarizzi” di Spilinga, Olivieri, dopo tre giorni di fuga, si è recato presso il carcere di “Castelluccio” dove è stato raggiunto dal suo avvocato, Francesco Schimio presente all’interrogatorio condotto dal comandante della Compagnia di Tropea, Dario Solito e dal Pm Iannazzo.

Olivieri è stato interrogato per tutta la notte.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Il Movimento federalista europeo chiama al confronto i candidati alle Politiche

Una lettera aperta indirizzata ai candidati alle Politiche del prossimo 4 marzo, per evidenziare temi e preoccupazioni della campagna elettorale e invitarli ad un dibattito che si terrà il 22 febbraio 2018, alle ore 17,30 nella sala del Sistema bibliotecario vibonese. A sottoscriverla è Antonio Vecchio, segretario della sezione vibonese…

Leggi tutto »

Vibo Valentia, scoperta evasione fiscale per oltre 1.6 milioni di euro

I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Vibo Valentia, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale, hanno sottoposto a sequestro i beni e disponibilità finanziarie di un’impresa, nonché dei rispettivi amministratori, operante nel settore del commercio al dettaglio di mobili. L’attività trae…

Leggi tutto »