MediterraneiNews.it

Drapia, nasce “La cittadella di Padre Pio”

Sarà posta, lunedì 28, in contrada “Vento”, la prima pietra per avviare la costruzione de “La cittadella di Padre Pio” ad opera dei Discepoli di Padre Pio (http://lacittadelladipadrepio.it).

Come spiegano i fedeli, nel 2006 Irene Gaeta, figlia spirituale di Padre Po e fondatrice dei Discepoli del santo, acquistò un terreno a Drapia, lontano dalla sua città, Roma. Un appezzamento di 180mila metri quadrati, l’equivalente di 30 campi di calcio regolamentari, che Padre Pio le avrebbe fermamente richiesto.

La figlia di Irena, Anna (noto architetto negli Stati Uniti), volle iniziare il percorso donando uno studio progettuale che prevedeva la realizzazione su quel terreno di una serie di edifici: un centro medico di ricovero per bimbi con gravi patologie oncologiche, una prima accoglienza, anche per post degenti ospedalieri non completamente in grado di provvedere a se stessi. Una struttura di accoglienza per i sofferenti di ogni tipo da affiancare, fra l’altro, ai bimbi ricoverati.

Sarà un edificio dall’aspetto vagamente classicheggiante nei suoi prospetti. La casa disporrà di un ampio locale di ricevimento, una cucina, una sala da pranzo, collegata ad un ampio terrazzo e poi 12 camere da letto, delle quali tre al piano ed altre nove al piano superiore. Al piano terra, oltre alla Cappelletta con sagrestia, ci saranno, una sala meeting, tre ambulatori di vista, con una reception, attesa e servizi, per le prime visite.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vibo: anziano cade in un dirupo e viene recuperato dai vigili del fuoco.

Approfittando della bella giornata si era voluto concedere una passeggiata ma mentre era intento in una camminata lungo la strada che porta al cimitero del capoluogo, e che si affaccia sul costone che dà su Stefanaconi, è precipitato accidentalmente in un dirupo. E forse avrebbe avuto la peggio se la volta…

Leggi tutto »

Due anni. Tanto servirà – almeno secondo le previsioni del direttore generale dell’Asp di Catanzaro Giuseppe Perri e della dottoressa Antonella Sutera Sardo – per far entrare a regime il registro dei tumoridella provincia di Vibo. Lo hanno dichiarato i due professionisti nel corso di una conferenza stampa convocata per presentare la…

Leggi tutto »