MediterraneiNews.it

Tre attentati ad aziende agricole nel comune di Strongoli (KR): la solidarietà di Coldiretti.

Nella notte tra giovedì e venerdì u.s. tre importanti aziende agricole del comune di Strongoli (KR)  hanno subito un attentato di natura vandalica e intimidatoria  che ha provocato gravi danni. Si tratta dell’azienda Calabria Verde di Nigro Giuseppe,  azienda Piscitelli Giuseppe , azienda Perrotta Mario. Con una mazza sono state distrutte tre motopompe e  all’azienda Perrotta è stata messa a fuoco una tettoia ricovero mezzi e ha avuto completamente distrutti una raccoglitrice di  pomodori, un muletto, un atomizzatore, due frese e molte altre attrezzature.

“E’ un vile e ignobile atto  – ha commentato Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria – che evidentemente vuole creare un clima di tensione e violenza. Coloro che continuano a vessare con atti intimidatori e non solo, sono degli sciagurati che  vogliono togliere la speranza e il lavoro, alle  realtà imprenditoriali positive che in Calabria ci sono e crescono. Manifesto la  piena solidarietà di Coldiretti – prosegue – e mi auguro che sia fatta subito luce sulle ragioni e sui responsabili dell’accaduto. Il mondo delle campagne  non merita  che prenda il sopravvento questo clima.  “Certamente chi subisce questi atti, oltre al fermo dell’attività, deve investire di nuovo e questo non sempre è possibile; i continui attentati che vengono consumati nelle zone rurali, richiedono poi maggiori ed incisivi controlli da parte delle forze dell’ordine, che operano con responsabilità e attenzione,  ma devono soprattutto far nascere un atteggiamento, da parte di tutti, di cittadinanza attiva e non omertosa”.

In virtù di quanto sta accadendo e per evitare recrudescenze – rende noto – abbiamo chiesto un incontro al Prefetto di Crotone. A questi lestofanti – accentua – interessa solo guadagno facile e abbrutimento”. Ai titolari di queste aziende agricole  diciamo che insieme non abbiamo paura ed ancor più saremo sentinelle nel territorio intensificano incontri, momenti di condivisione e risposte forti per costruire lo sviluppo che vogliamo e vuole la stragrande maggioranza della Calabria”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Dopo il Coisp, sindacato di polizia, anche il partito democratico invoca le dimissioni del sindaco Franco Pagano per i contenuti di un’intervista resa ai microfoni della Rai. A scaldare il clima, arriva la notizia che il prefetto di Vibo Valentia, Carmelo Casabona, una settimana fa ha inoltrato al ministro dell’Interno…

Leggi tutto »

Ricercato con mandato di arresto europeo un cittadino italiano di 41 anni

Avrebbe commesso un omicidio in Austria l’uomo le cui generalità non sono state fornite dagli investigatori austriaci. Il ricercato, nei giorni scorsi, doveva incontrare nei pressi di Innsbruck un tirolese 47enne per trattare la vendita di un’auto. Il venditore, però, è sparito nel nulla insieme alle sue due vetture. La…

Leggi tutto »