MediterraneiNews.it

Trionfo per Erdogan alle elezioni tenutesi ieri in Turchia.

Doppio successo per Erdogan. E’ questo il risultato finale delle elezioni presidenziali e parlamentari che si sono svolte ieri in Turchia.

Erdogani infatti è stato riconfermato presidente con il 52.5% distanziando di parecchio il suo più temibile avversario Muharrem İnce del partito CHP che sio è fermato al 30.6% dei consensi. Terzo, Selahattin Demirtaş del partito pro-minoranze etniche HDP che ha ottenuto l’8.4%. Meral Akşener, candidata del partito IyI ha invece ottenuto il 7.3%.

Le opposizioni contavano quantomeno di ottenere il controllo del parlamento ma anche qui invece, il partito del presidente – l’AKP – con il 42.5% dei voti ha ottenuto 295 seggi e potrà agevolmente governare grazie all’ppoggio degli alelati ultranazionalisti dell’MHP che hanno ottenuto l’11.1% e 49 seggi. Il principale partito dell’opposizione – il CHP – ha ottenuto il 22.6% dei voti e 146 seggi, mentre l’HDP ha ottenuto l’11.7% e 67 seggi. Quarantanove seggi infine sono stati assegnati al IyI party che ha ottenuto il 9.9% dei voti. Nessun altro partito ha ottenuto seggi.

La Borsa di Istanbul ha accolto con grande fermento la diffusione dei dati elettorali.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

E’ Antonio Tajani il primo italiano alla guida del Parlamento Europeo.

E’ Antonio Tajani – del gruppo del Partito Popolare Europeo (in quota Forza Italia) il nuovo presidente del Parlamento Europeo, primo italiano a ricoprire questa carica. Tajani è stato eletto con 351 voti superando un altro italiano, il socialista Gianni Pittella. Decisivo è stato l’appoggio dei liberali del gruppo ALDE….

Leggi tutto »

Presidenziali in Finlandia e a Cipro.

Si sono svolti senza grosse sorprese i primi due importanti appuntamenti elettorali europei di questo 2018: le presidenziali in Finlandia e a Cipro. Nel paese nordico è stato riconfermato l’uscente Sauli Niinistö un conservatore che però questa volta si era presentato come indipendente. Niinistö ha ottenuto il 62% dei voti. Molto distanziato il…

Leggi tutto »