MediterraneiNews.it

Giuseppe Gualtieri è il nuovo Prefetto di Vibo Valentia.

E’ Giuseppe Gualtieri, il nuovo Prefetto di Vibo valentia. Un ritorno il suo, nella nostra terra, dove aveva guidato la Questura, prima di essere nominato dirigente della Squadra Mobile di Palermo. 

Il nome di Gualtieri – catanzarese 64 anni – è legato alla cattura di Bernardo Provenzano, capo riconosciuto di Cosa Nostra, arrestato dai poliziotti del gruppo Duomo guidato dall’attuale questore di Palermo Renato Cortese e da quelli della Mobile diretti dallo stesso Gualtieri. In seguito è stato nominato questore di Trapani, incarico che ha ricoperto fino al 2010 e successivamente capo servizio operazioni della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e Direttore del Servizio Polizia Scientifica alla la Direzione Centrale Anticrimine.

Attualmente ricopriva l’incarico di commissario sdtraordinario al Comune di Isola Capo Rizzuto dopo essere stato questore a Caserta, a Potenza (come reggente) e a Catania.

Sicuramente una buona notizia per una terra – il vibonese – troppo segnata dalla presenza di un forte tessuto criminale.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vena di Vibo valentia: incendiata un auto di un carabiniere.

Nuovo gravissimo atto intimidatorio nel vibonese – precisamente a Vena frazione del capoluogo di provincia – dove nella notte, ignoti, hanno dato alle fiamme un autovettura di proprietà di un  33enne militare dell’Arma. Sono ovviamente prontamente intervenuti sul posto, sia i vigili del fuoco che i carabinieri della Stazione di Vibo…

Leggi tutto »

Mario Caligiuri al liceo Berto per la ricerca sul piano nazionale della scuola digitale, presente nella provincia di Vibo Valentia.

VIBO VALENTIA (12.7.2017) – Presso il Liceo scientifico “Giuseppe Berto” di Vibo Valentia, una stimolante ricerca sullo stato di attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale in provincia di Vibo Valentia è stata curata e presentata da Mario Caligiuri, professore di pedagogia generale dell’Università della Calabria. Lo studio rappresenta la conclusione…

Leggi tutto »