MediterraneiNews.it

Potenzoni. Seconda edizione del premio “Fedelta’ alla tradizione” del raduno delle confraternite.

Nella giornata di ieri, in occasione del raduno delle confraternite a Potenzoni, e’ stato conferito alla nostra confraternita il premio “fedelta’ alla tradizione” delle confraternite. il riconoscimento e’ stato conferito per la particolarita’ della festa della candelora, una fra le feste piu’ sentite e partecipate da tutta la comunita’, che richiama nel paese numerosi emigrati sannicolesi da tutte le parti del mondo. Alla manifestazione giunta alla seconda edizione, hanno preso parte, mons. Emilio Aspromonte, consulente/assistente delle confraternite di calabria, il sig. Antonio Caroleo vice coordinatore regionale e presidente unione diocesana Catanzaro Squillace, il sig. Antonio Puntoriero, coordinatore regionale della confederazione delle confraternite della diocesi d’Italia (comunione, fede e carita’), e una decina di confraternite del vibonese. Per tutti noi confratelli rosarianti, questo premio e’ motivo di orgoglio e soddisfazione. Un vivo ringraziamento va a tutti i confratelli del passato e del presente, che con il loro contributo e il loro lavoro quotidiano nella confraternita, hanno reso possibile tramandare e mantenere vive queste tradizioni.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Fervono i preparativi per mercoledì 21 marzo, quando, a Vibo Valentia, promosso dall’associazione Libera, si svolgerà la XXIII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, “Terra. Solchi di verità e giustizia”. Replicando la “formula” adottata negli ultimi due anni, prima a Messina, e lo scorso anno…

Leggi tutto »

Alessandro Meluzzi lancia una ipotesi agghiacciante: “Cuore e fegato di Pamela mangiati in un rituale della mafia nigeriana?”.

L’ipotesi choc del professor Alessandro Meluzzi, sul corpo straziato della povera Pamela Mastropietro: il suo cuore e il suo fegato mangiati dagli spacciatori in un rituale della mafia nigeriana? Le indagini della procura di Macerata non sono chiuse, ma sostanzialmente sono finite. Sostiene la procura che ad uccidere Pamela è…

Leggi tutto »