MediterraneiNews.it

Tangenziale di Bologna. Esplode camion con sostanze infiammabili. Almeno 2 morti e 70 feriti.

Esplode un camion in tangenziale a Bologna e scoppia l’inferno. La forte esplosione ha dato origine a un violento incendio, seguito da altre esplosioni. E’ quanto accaduto intorno alle 14 alla periferia del capoluogo felsineo, nel quartiere di Borgo Panigale: l’incidente ha provocato 67 feriti di cui due in gravi condizioni, almeno secondo il primo bilancio ufficiale.  A quanto filtra, ci sarebbe anche un morto ma la notizia non ha ricevuto conferme ufficiali. A confermare le cifre dei feriti, invece, l’Ausl del capoluogo emiliano: 55 pazienti sono stati trasportati all’ospedale Maggiore di Bologna con ustioni dal primo al terzo grado (di queste, 18 persone sono state poi dirottate negli ospedali vicini di Budrio, San Giovanni e Bentivoglio). Altre due persone sono state trasportate a Cesena e a Parma in gravi condizioni. Dieci pazienti hanno riportato ferite lievi e sono stati medicati all’ospedale di Bazzano.

L’INCIDENTE – E’ stata quindi chiusa l’autostrada A14 sul raccordo di Casalecchio, tra Bologna Casalecchio e il bivio con la Bologna-Taranto, in entrambe le direzioni. All’origine dell’inferno di fiamme un incidente fra un camion che trasportava sostanze infiammabili e un altro mezzo di trasporto; hanno preso fuoco anche le vetture di alcune concessionarie vicine, che sono poi esplose. Sarebbe inoltre crollato un tratto di ponte dell’autostrada.

L’INCENDIO – Sul posto ambulanze e vigili del fuoco che cercano di domare il rogo, ostacolati dalla morsa del caldo. La colonna di fumo è visibile in tutta la città.

IL SINDACO – A causa dell’incidente sul raccordo di Casalecchio A14, all’altezza di via Marco Emilio Lepido, “per agevolare i mezzi di soccorso vi invitiamo a usare i mezzi di trasporto in zona Borgo Panigale solo se strettamente necessario” è l’appello lanciato dal Comune di Bologna ai cittadini via Facebook.

Fonte adnkronos

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

San Gregorio D’Ippona: spari all’indirizzo della auto e dell’abitazione del vicesindaco.

Altro inquietante episodio criminale nel vibonese. A San Gregorio d’Ippona infatti, ignoti hano sparato contro l’autovettura e l’abitazione del vicesindaco del paese, Saverio Curello. Sul posto si sono prontamente recati i Carabinieri per avviare le indagini del caso. San Gregorio – lo ricordiamo – vive una difficle situazione anche sul piano…

Leggi tutto »

Permane l’incertezza sull’identità del cadavere ritrovato a Nicotera Marina

Ancora nessuna certezza sull’identità del cadavere rinvenuto mercoledì pomeriggio in località “Praicciola”, l’inizio della scogliera che da Nicotera Marina corre sino a Capo Vaticano. Le probabilità che possa trattarsi di Antonio Elia, il fabbro rosarnese di 66 anni scomparso da casa lo scorso 20 aprile, sono, comunque, alte. Manca, però,…

Leggi tutto »