MediterraneiNews.it

La Regione ha istituito l’Ente per i Parchi Marini Regionali.

E’stato costituito l’Ente per i Parchi Marini Regionali che accorpa, per come previsto dall’articolo 9 della Legge Regionale 16 marzo 2013 n. 24, cinque parchi marini regionali: Riviera dei Cedri, Baia di Soverato, Costa dei Gelsomini, Scogli di Isca, Fondali di Capocozzo-S. Irene-Vibo Marina-Pizzo-Capo Vaticano-Tropea.

Lo si apprende da una nota diramata oggi dall’Ufficio stampa della Regione Calabria nella quale si apprende che tale provvedimento è stato emanato dal presidente della Regione Oliverio, tramite un apposito decreto nell’ambito di “un percorso di razionalizzazione e riorganizzazione dell’assetto programmatico e gestionali dei Parchi Marini regionali, di riordino e semplificazione del sistema degli enti pubblici regionali, di riduzione degli oneri organizzativi, procedimentali e finanziari, di razionalizzazione organizzativa ed eliminazione di duplicazioni organizzative e funzionali”.

Il nuovo ente – si legge sempre nella nota in questione sarà “soggetto agli indirizzi, al controllo ed alla vigilanza, da parte della Regione”, ed avrà “la sua sede legale presso la Cittadella Regionale e l’ubicazione delle sedi operative, con la finalità di assicurare l’espletamento delle attività gestionali, amministrative e tecniche nei territori interessati, presso i Comuni di Soverato, Vibo Valentia, Brancaleone, Praia a Mare e Belmonte Calabro”.

 Il nuovo Ente – in attesa della nomina dei suoi organi statutari – sarà guidato dal commissario straordinario arch. Ilario Treccosti.

“Finalmente la Calabria – ha evidenziato lo stesso Oliviero sempre nella suddetta nota –  ha un soggetto unico per la tutela delle aree di pertinenza dei cinque parchi marini e si pone un nuovo tassello, dopo la riforma e l’accorpamento delle Aterp e dei Consorzi Asi, nel processo di riordino e di riforma degli strumenti di intervento sul territorio. L’Ente sarà lo strumento per realizzare di politiche ambientali e di sviluppo integrato superando la frammentazione e semplificando la “governance”, razionalizzando l’utilizzazione delle risorse attraverso l’abolizione dei cinque organi di amministrazione e gestione dei parchi marini che hanno assorbito gran parte delle risorse assegnate”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera. I ragazzi del servizio civile puliscono il centro storico.

Si è svolta stamane nonostante un tempo non propriamente primaverile, la giornata ecologica organizzata dai ragazzi del Servizio civile nazionale,  che prestano servizio presso il comune di Nicotera nell’ambito del progetto denominato “Borgo antico”: (Chiara Cuomo, Italia Comerci, Mariangela D’Aloi, Miriam Contartese, Domenico Arfuso e Nicola Cannatà) e che ha come…

Leggi tutto »

Oltre milleduecento incidenti sulle strade calabresi.

Strade calabresi a rischio secondo i dati diffusi dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, incrociando i dati forniti da Aci, Anas, Istat. Oltre 1222 incidenti con 76 decessi e oltre duemila feriti. Sembrano numeri tratti da un cataclisma o da una piccola guerra. Un quadro agghiacciante che fa della nostra…

Leggi tutto »