MediterraneiNews.it

La settima edizione del Festival “Leggere e scrivere” si terrà al 2 al 6 Ottobre.

La data c’è; ora tutti al lavoro. Si può riassumere con questo slogan l’atmosfera che si respira tra lo staff del Festival Leggere&Scrivere.

Riconfermati gli stretti rapporti di collaborazione con gli enti del territorio protagonisti della realizzazione del Festival: principalmente Comune di Vibo Valentia e Camera di Commercio – con la quale è stato sottoscritto uno specifico accordo –, Confindustria, comuni, rete delle scuole, sponsor. Si auspica anche un allargamento e un maggiore coinvolgimento delle varie realtà del territorio per realizzare un festival sempre più importante. Confermate tutte le importanti collaborazioni artistiche e organizzative che hanno dato buona prova nelle edizioni precedenti.

La settima edizione si svolgerà a Vibo Valentia, dal 2 al 6 ottobre del 2018. «Al termine della scorsa edizione abbiamo lanciato la nostra sfida. – commenta il direttore scientifico del Sistema Bibliotecario Vibonese Gilberto Florianiente organizzatore del Festival, – Siamo proiettati verso un Festival che sappia allargare i propri orizzonti ed essere riconosciuti come un crocevia privilegiato di linguaggi e culture».

Dalle parole ai fatti: «La macchina si è messa in moto – naturalmente è ancora presto per dare anticipazioni, ma mi preme sottolineare un punto: il festival affermerà come sempre la sua vocazione a promuovere i libri e la lettura, ma continuerà ad ampliare il suo angolo visuale su grandi temi, su personaggi a livello nazionale e internazionale.» Continua il direttore: «L’obiettivo è fornire un programma quanto mai diversificato: accanto agli appuntamenti più tradizionali, vogliamo spingerci lungo nuovi percorsi per parlare a un pubblico multiforme e, soprattutto, per coinvolgere sempre di più i giovani».

Conclude: «Con le novità di quest’anno Il Festival Leggere&Scrivere vuole confermare il legame con la Calabria e la volontà di esprimere una regione non ripiegata su se stessa e condannata al ruolo di territorio marginale, ma che aspira a essere una realtà ben inserita nelle dinamiche sociali e culturali che animano l’Italia e il mondo».

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vibo: il 12 Dicembre, lo spettacolo teatrale “Il Vangelo secondo Antonio” nato dall’idea della Scuola di Teatro “Fughe organizzate” del SBV.

Il Sistema Bibliotecario Vibonese (SBV) – polo culturale d’eccellenza diretto da Gilberto Floriani assieme alla Scuola di Teatro “Fughe organizzate” del SBV stesso, per l’allestimento di “Scena Verticale”, organizzeranno, il prossimo 12 dicembre lo spettacolo teatrale “Il Vangelo secondo Antonio” di Dario De Luca. L’evento ha il patrocinio gratuito del Comune di Vibo valentia. L’evento…

Leggi tutto »

Filadelfia: la città dell’amore fraterno e un gioiello urbanistico dell’Ottocento.

Filadelfia è un comune di 5 384 abitanti della provincia di Vibo Valentia che si colloca nella zona centrale della Calabria, in una zona prevalentemente collinare, chiamata Piano della Gorna, a pochi chilometri dal mar Tirreno. È circondata nel lato est da dei monti, ricchi di vegetazione e di sorgenti d’acqua. Nelle vicinanze del paese si…

Leggi tutto »