MediterraneiNews.it

La Nuvola di Camerino sarà restaurata al Museo diocesano di Reggio Calabria.

Il Museo diocesano “Monsignor Aurelio Sorrentino” di Reggio Calabria promuove il progetto “Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino”, un’azione concreta per il recupero del patrimonio storico-artistico delle regioni dell’Italia centrale danneggiato in occasione del sisma del 2016. Il progetto nasce per iniziativa di due restauratori calabresi di acclarata competenza e fama, Sante Guido e Giuseppe Mantella, che offrono a titolo gratuito la propria professionalità per il restauro di un prezioso e pressochè inedito manufatto di oreficeria sacra sei-settecentesco danneggiato dal sisma: la Macchina processionale (detta Nuvola) della Madonna del Santuario di Santa Maria in Via a Camerino (Macerata), chiesa attualmente inagibile.
La disponibilità di Guido e Mantella è stata accolta e fatta propria dal Museo diocesano che ha messo a disposizione i propri spazi per l’allestimento di un cantiere di restauro aperto alle visite e nei prossimi mesi curerà, ad affiancare il restauro, un articolato programma di eventi, con il coinvolgimento di enti e associazioni che vorranno sostenere il Progetto.
L’evento ha il patrocinio dell’arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche, del Ministero dei Beni culturali e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Calabria, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei Comuni di Reggio Calabria e Camerino, dell’Ufficio nazionale beni culturali CEI e dell’Associazione Musei Ecclesiastici Italiani (AMEI).
Al progetto “Arte salvata”, il MiBACT ha assegnato il marchio Anno europeo del Patrimonio culturale 2018: il restauro della Nuvola di Camerino e gli eventi correlati, in programma da giugno a ottobre 2018, “nascono dalla consapevolezza che il patrimonio culturale è risorsa condivisa – spiega Lucia Lojacono, direttrice del Museo diocesano di Reggio Calabria – e il suo recupero, specie in seguito a calamità, è occasione per sensibilizzare le collettività alla cura della storia e dei valori comuni”.
Sponsor del Progetto sono l’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) Marche, la Fondazione Nazionale delle Comunicazioni e il Rotary Club Reggio Calabria Distretto 2100.
La presentazione dell’evento Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino, con l’apertura del cantiere di restauro, che avverrà nella ricorrenza della XXI Giornata nazionale dei beni culturali ecclesiastici, è fissata per martedì 5 giugno 2018 dalle 10.30 in Arcivescovado alla presenza delle istituzioni coinvolte.
Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri Giuseppe Battaglia, spiega l’intelligence agli studenti del Liceo classico di Reggio Calabria.

E’ stato il Comandante Provinciale dei Carabinieri Giuseppe Battaglia a tenere la lezione agli studenti del Liceo Classico “Campanella” di Reggio Calabria nell’ambito del percorso di studio “Intelligence e Cittadinanza attiva”, promosso dalla dirigente Mariarosaria Rao. A introdurre l’ufficiale dell’Arma è stato il coordinatore del corso Mario Caligiuri, Direttore del…

Leggi tutto »

Il castello aragonese di Reggio Calabria.

Il castello aragonese di Reggio Calabria è la principale fortificazione della città, sorge nell’omonima piazza Castello tra la via Aschenez e la via Possidonea. Esso è considerato, insieme ai Bronzi di Riace, uno dei principali simboli storici della città di Reggio. Dal 1956 ospita l’osservatorio dell’Istituto nazionale di geofisica. Anche se il castello è denominato “aragonese”, esistono dati che riconducono ad una prima…

Leggi tutto »