MediterraneiNews.it

Danni ingenti alle strutture serricole e alle colture tra Curinga e Pizzo Calabro. L’allarme di Coldiretti.

I forti e caldi venti con raffiche impetuose specialmente nell’area del lametino con epicentro tra Curinga e Pizzo Calabro hanno provocato danni ingenti alle strutture serricole e alle colture in atto in particolare ortaggi, fragole anche in pieno campo e fiori.

“E’ stata una giornata di passione  – comunica Coldiretti Calabria che sta “monitorando la situazione”. Molte serre infatti sono state scoperchiate dalla furia del vento che ha strappato i teloni di plastica e compromesso le stesse strutture serricole. E’ l’ennesimo episodio di evento climatico estremo – sottolinea Coldiretti – che mette ancora una volta a dura prova il comparto agricolo con inevitabili ripercussioni sull’indotto”.

“Adesso  – chiede Coldiretti – occorre che la Regione Calabria con celerità e rigore, disponga le procedure per la necessaria valutazione dei danni per delimitare le aree colpite e chiedere il riconoscimento dello stato di calamità”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Acqua sporca dai rubinetti di Vibo marina.

Un acqua di color marrone. E’ questo che ieri usciva dai rubinette delle abitazioni di  Vibo Marina ed in parte di quelle di Bivona. Una situazione incresciosa che ha spinto molti cittadini a rivolgersi all’amministrazione comunale per chiedere un intervento. Un invito raccolto dall’assessore ai Lavori pubblici, Lorenzo Lombardo che, unitamente ai…

Leggi tutto »

Asd Nicotera, risultato tennistico contro il Paravati

Vittoria senza storia per l’Asd Nicotera che si impone sul Paravati con un netto 7 a 1 mantenendo i tre punti di distanza dalla seconda della classe, il Piscopio, vittoriosa sulla Real Fabriziese per 5 a 0. La squadra nicoterese con pregevoli geometrie in campo ha mandato in gol tre…

Leggi tutto »