L'associazione ProCiv Augustus Vibo Valentia conclude il progetto di assistenza alla disabilità e all’inclusione L'associazione ProCiv Augustus Vibo Valentia conclude il progetto di assistenza alla disabilità e all’inclusione

MediterraneiNews

L’associazione ProCiv Augustus Vibo Valentia conclude il progetto di assistenza alla disabilità e all’inclusione

Presso il villaggio turistico “Itaca Nausicaa” di Rossano – Corigliano (CS) si è svolto il progetto di inclusione alle attività estive delle persone con diversa abilità delle famiglie iscritte al Cralt Nazionale del Gruppo Telecom Italia nell’ambito del Meeting Nazionale delle Famiglie, assistiti dal personale dell’Associazione ProCiv Augustus Vibo Valentia, che gestisce questo evento da quattro anni.

Il progetto all’avanguardia nell’assistenza alla disabilità e all’inclusione, ha dato modo di assistere nelle loro attività quotidiane, 20 persone con diversa abilità parenti di dipendenti del gruppo Telecom Italia.

Dal 1 al 7 settembre nello spettacolare scenario della piana sibaritide, giovani e meno giovani provenienti da tutta Italia hanno passato una vacanza insieme e come gli altri ospiti villeggianti, socializzando tra loro e usufruendo degli impianti sportivi e ludici della struttura turistica assistiti dal personale volontario, OSS infermieristico e psicologico dell’associazione vibonese, che si è posto come facilitatore alla fruibilità degli impianti e delle attività di animazione della struttura.

L’iniziativa che vede negli anni aumentare sia il numero degli utenti che il numero dei volontari, è figlia di una eccezionale sinergica intuizione del presidente del Cralt Nazionale Gruppo Telecom Italia Clotilde Fontana e del direttivo nazionale  e del Presidente ProCiv Augustus Vibo Valentia Nicola Maria Nocera che assieme hanno dato vita a questo progetto unico nel suo genere in Italia, iniziativa che pur per soli pochi giorni, riesce a donare un sorriso e un pizzico di quotidianità a ragazzi e ragazze, bambini e bambine e le loro famiglie costretti a vivere realtà urbane non sempre purtroppo includenti ed a loro misura.

L’esperienza vissuta dai volontari e dai ragazzi come ogni anno si è conclusa con lunghi e forti abbracci, sospiri e lacrime di commozione e la promessa di ritrovarsi di nuovo chissà in quale altra parte d’Italia, con sempre un sorriso e la gioia di vivere assieme una settimana piena di solidarietà, amicizia e scambio di emozioni.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Ancora un successo per Orsomarso, primo comune della Calabria a entrare nel circuito nazionale Borghi della Lettura

Continua l’opera del sindaco di Orsomarso, Antonio De Caprio, di promuovere e incentivare con nuove iniziative il turismo e lo sviluppo culturale nel suggestivo borgo dell’Alto Tirreno cosentino, incastonato nell’area del Parco Nazionale del Pollino. Questa volta, il primo cittadino di Orsomarso, insieme alla sua Giunta ha fatto aderire il proprio…

Leggi tutto »

Alessandro Barbero conclude il Master dell’Università della Calabria

Intelligence, Alessandro Barbero conclude il Master dell’Università della Calabria con una lezione sul ruolo fondamentale delle fonti dell’intelligence nella storia. Rende (3.6.2019) – Da Costantino il Vincitore a Gabriele D’Annunzio, passando per le battaglie di Campaldino, Lepanto e Waterloo, sono stati i contenuti della lezione finale del Master in Intelligence…

Leggi tutto »
L'associazione ProCiv Augustus Vibo Valentia conclude il progetto di assistenza alla disabilità e all’inclusione