MediterraneiNews.it

I piccoli della scuola dell’Infanzia dello “Scardamaglia Longo” alla scoperta dell’uovo di Pasqua

“Conoscere il cioccolato, ma, soprattutto, capire come “nasce” un uovo di Pasqua”. E’ l’obiettivo alla base dell’uscita
didattica organizzata dalla scuola dell’Infanzia dell’Ente morale “Giuseppina Scardamaglia Longo” del presidente don Annunziato Maccarone.
I 40 alunni accompagnati dai propri genitori e da due componenti del Cda, Antonella Pompilio e Silvia Gaglianò, sono stati ospiti, questa mattina, della fabbrica dolciaria “Monardo” di Soriano Calabro.
Un momento di allegria, ma soprattutto di golosità che ha coinvolto tutti, grandi e piccoli. Con grande entusiasmo e attenzione, infatti, gli ospiti del laboratorio vibonese hanno ascoltato la storia del cacao che si trasforma, in seguito ad una particolare lavorazione, in ottimo cioccolato che, successivamente sarà lavorato per materializzarsi nelle uova di Pasqua. Queste verranno, poi, confezionate.
Ma, sicuramente, il momento più bello è stato quando i bambini hanno avuto la possibilità di degustare il cioccolato per poi sbizzarrirsi nell’acquisto dell’uovo in vista delle prossime festività pasquali.
Grande la soddisfazione per gli organizzatori “un’esperienza – afferma la Pompilio – che ha arricchito tutti noi, grandi e piccoli, ma soprattutto un momento comunitario piacevole nonchè didatticamente importante che la nostra scuola riproporrà”.

Articoli correlati

Monterosso Calabro, bambini in festa alla scuola dell’Infanzia

Nella splendida cornice del “Parco del Sole”, è andato in scena lo spettacolo di fine anno della scuola dell’Infanzia di Monterosso Calabro che ha visto protagonisti indiscussi gli alunni delle due sezioni facenti parte dell’istituto Comprensivo di Vallelonga del dirigente scolastico Eleonora Rombolà. I piccoli sono stati guidati dalle insegnanti Angela…

Leggi tutto »

Nicotera: tredici venerdì in onore di San Francesco di Paola.

L’attaccamento della comunità nicoterese al culto di san Francesco di Paola risale a tempi antichissimi come testimoniato oltre che da numerosi fonti scritte ed orali anche dall’altissimo numero di cittadini che portano il nome del grande taumaturgo paolano. Cosi dal 29 dicembre scorso la Comunità Parrocchiale della Cattedrale di Nicotera…

Leggi tutto »