MediterraneiNews.it

Calabria, nell’ultima riunione di giunta regionale approvati importanti provvedimenti su Personale, banda larga, artigianato e sociale

Ultima giunta regionale quella tenutasi ieri a Catanzaro prima della pausa natalizia che ha provveduto – sotto la guida del Presidente Oliverio – ad approvare una serie di importanti provvedimenti.

“L’Esecutivo – si legge infatti un una nota diffusa dall’Ufficio stampa della regione Calabria stessa – ha deliberato lo schema dell’Accordo di programma quadro tra Governo nazionale e Regioni per lo sviluppo della banda ultra larga in Calabria, in attuazione della delibera Cipe”

Sempre dalla nota in questione si apprende poi che “su richiesta dal vicepresidente Antonio Viscomi è stata approvata l’autorizzazione alla sottoscrizione definitiva del contratto integrativo decentrato aziendale (cida) del personale non dirigente della Giunta regionale con riferimento alla parte economica relativa all’anno 2017” mentre “su proposta dell’assessore Roberto Musmanno, la Giunta ha deciso la proroga al 30 giugno 2018 dell’entrata in vigore della piattaforma software sismica nella sua interezza”.

“L’Esecutivo – si apprende sempre dalla nota stessa – ha inoltre deciso di formalizzare la delibera, sottoposta dall’assessore al sistema della logistica Francesco Russo, sul Ddl, legge quadro per l’artigianato, settore portante dell’economia della Calabria”, un atto che “rappresenta a tutti gli effetti il Testo Unico che consente di dare certezze al comparto che coinvolge almeno 35 mila imprese” mentre “su proposta dell’assessore alla pianificazione territoriale Franco Rossi è stato deliberato il regolamento edilizio “tipo” che i Comuni possono adottare per omogeneizzare a livello regionale le prescrizioni per l’edilizia”.

“Infine – conclude la nota – su proposta dall’assessore Federica Roccisano, la Giunta ha deciso l’approvazione del format di attestati per i percorsi di istruzione e formazione professionali. Licenziate anche altre due importanti delibere in materia di welfare (riforma che riguarda il programma del fondo relativo alle “Politiche per la famiglia” finanziato per un importo complessivo di 673.000 euro finalizzati ad azioni a sostegno della natalità e genitorialità e per il contrasto del pericolo di esclusione sociale a danno di minori a rischio) e la modifica dell’allegato unico al regolamento 17/2016 sulle procedure di autorizzazione, accreditamento e vigilanza delle strutture socio assistenziali.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Lamezia Terme ha compiuto 50 anni.

Cinquant’anni fa nasceva il comune di Lamezia Terme. Risale difatti al 4 gennaio 1968 a seguito dell’unione amministrativa dei precedenti comuni di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia. Nicastro l’ex comune ha una storia radicata iniziatasi tra il IX e il X secolo in pieno dominio bizantino in Calabria. A Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia sono state invece ritrovate le rovine dell’antica città di Terina. Nicastro era…

Leggi tutto »

Esproprio… Italicum…

Pino Macino da Pupari & Pupi Ho letto  alcune parti della motivazione della sentenza della Corte Costituzionale che ha sconvolto e reso impraticabile l’Italicum… che secondo il Fiorentino doveva diventare un modello di legge elettorale da esportare in tutto il mondo..La sentenza è’ uno schiaffo al Governo che l’ha volutta…

Leggi tutto »