MediterraneiNews.it

Nicotera. Adotta una aiuola verde. Il bando comunale scade il 5 febbraio.

Tra gli obiettivi strategici dell’Amministrazione Comunale è prevista la cultura dell’ambiente ed a tal fine si intende incentivare anche l’impegno dei cittadini, singoli o associati e delle aziende del territorio, disponibili attraverso forme di “adozione” di aree verdi pubbliche. Il regolamento è stato approvato con Delibera di C.C. della Commissione Straordinaria n. 31 del 10.11.2017 ed il relativo bando è stato pubblicato in data odierna. E le domande dovranno essere inviate entro la data del 5 febbraio 2018. Già nel passato erano state adottate iniziative del genere sia dal Comune che dalla Pro-Loco sin dagli anni ‘80, ma non sono state poi sostenute nel tempo per vari motivi.

Nicotera ha scoperto di avere nel suo territorio un “Giardino Botanico” di interesse nazionale ubicato negli spazi del Villaggio Club Meditetrranee poi diventato Club Valtur, costruito dall’arch. Pietro Porcinai, il più grande architetto paesaggista del ‘900. Il bando odierno del Comune di Nicotera rientra nella cultura dell’ambiente e del paesaggio che, con un tocco di maquillage, porterà maggiore gradevolezza e bellezza alla città.

Il progetto prevede che i privati e le imprese si impegnino, utilizzando attrezzature proprie, ad eseguire le opere di manutenzione ordinaria dell’area verde (aiuola/fioriera) adottata e più precisamente: Pulizia da carta, bottiglie, mozziconi di sigarette, fazzoletti ecc. e smaltimento in apposito cassonetto, il taglio del manto erboso ove presente, ogni qualvolta si renda necessario, in modo tale che lo stesso non ecceda l’altezza di 10 cm., con particolare attenzione al controllo e all’estirpazione delle erbe infestanti e raccolta/smaltimento dell’erba in apposito cassonetto. Per l’annaffiatura periodica dell’aiuola/fioriera, in modo particolare durante la stagione estiva va meglio chiarito se, ad esempio, nelle aiuole degli incroci vi è installato un rubinetto per l’acqua.

Le potature stagionali e/o di contenimento dei soli arbusti dovranno essere eseguite secondo le indicazioni fornite 
dall’ufficio tecnico comunale. 
Il Comune di Nicotera consegnerà al privato a all’impresa l’area verde (aiuola/fioriera), nello stato di fatto in cui essa si trova. 
La durata “dell’adozione” è stabilita in tre anni. I gestori avranno facoltà di recesso da comunicare al Comune con un preavviso di tre mesi.

L’Amministrazione Comunale autorizza l’inserimento di una targa pubblicitaria nell’area adottata. 
La targa di idoneo formato comprensiva di supporto avrà veste grafica così come previsto nel regolamento per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici a privati di spazi destinati a verde pubblico. Il gestore può comunicare all’amministrazione o il nome della 
famiglia/associazione da inserire nella grafica della targa o fornire all’amministrazione il logo pubblicitario.

La targa dovrà essere posizionata all’interno dell’area adottata, nel rispetto della vigente legge in materia e in accordo con il Comune Le aree verdi saranno assegnate dal Comune, su domanda presentata dai cittadini, in caso di multipla domanda su medesime aree, verranno convocati gli interessati al fine di creare un accordo, in mancanza si procederà per sorteggio. Sono ammessi a presentare la richiesta di “adozione” privati cittadini, associati e imprese. I rapporti fra il Comune di Nicotera e l’assegnatario saranno regolati da apposita convenzione.


Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nesci (udicon): “sull’emeregnza idrica pretendiamo chiarezza”.

“Abbiamo segnalato alle Istituzioni competenti il problema relativo all’acqua non potabile che, secondo dati in nostro possesso, riguarda la zona di Vibo Valentia ed in particolare la frazione di Nicotera marina, non escludiamo tuttavia che il problema possa riguardare tutta la Regione o estendersi anche alle zone di confine”. Lo…


Leggi tutto »

Nicotera: apprestare una area per le attività produttive costituirebbe un occasione di sviluppo.

La piaga della disoccupazione, soprattutto di quella giovanile, produce un costante flusso migratorio di braccia, di energie e di cervelli, che assieme alle altre dinamiche demografiche, contribuisce al progressivo spopolamento della città e, di conseguenza, in prospettiva, alla sua impossibilità a reperire quelle risorse umane, intellettuali e professionali senza le…


Leggi tutto »