MediterraneiNews.it

Il 30 Maggio a Messina, l’Associazione “Casa Berto” – Capo Vaticano organizza un evento culturale per i 40 anni della morte dello scrittore.

giuseppe berto

L’Associazione “Casa Berto” Capo Vaticano, organizza il 30 Maggio prossimo un evento dal titolo “Giuseppe Berto a 40 anni dalla morte” che si terrà nell’Aula magna del ettorato dell’Università degli studi di Messina.

La prima sessione dei lavori dell’importnate momento culturale sarà introdotta dai saluti del preside prof. Giuseppe Rando e vedrà come relatori il prof. Saverio Vita (Università di Bologna) che interverrà sul tema “Giuseppe Berto scrittore: fortuna editoriale” e la prof.ssa Paola Radici Colace (Università di Messina) che invece interverrà sul tema “Il male oscuro, dal romanzo al film di Monicelli”. A seguire, il dibattito.

Nella seconda sessione invece a relazionare saranno il prof. Antonio Di Rosa (Università di Messina) sul tema “Il male oscuro di Giuseppe Berto a oggi: percorso di una malattia fantasma” e il prof. Antonio Pugliese (Università di Messina) sul tema “Ricordando Giuseppe Berto, dalla civiltà contadina all’antropologia di una passione pet-therapy”.

Le conclusioni saranno affidate al critico letterario e giornalista Nicola Rombolà. Sarà presente all’evento la figlia del grande scrittore, Antonia Berto.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Soriano: restaurato il Calvario dei Domenicani.

Era il simbolo del benvenuto al rientro dei padri domenicani nel convento sorianese dopo la loro mancanza di ben due secoli e mezzo. E oggi ritorna a nuova vita. Stiamo parlando del “Calvario dei Domenicani” manufatto costruito negli anni ’40 del secolo scorso con il contributo di tutti i sorianesi. L’intervento di…

Leggi tutto »

Soriano Calabro “Città che legge”. Importante riconoscimento da parte del Mibact e dell’ANCI.

Soriano Calabro “ città che legge” , è questa la qualifica che il comune calabrese si è guadagnato  da parte del MIBATC e dell’ANCI   che unitamente, promuovono amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione culturali e della lettura. “E’ un ulteriore e gratificante…

Leggi tutto »