MediterraneiNews.it

Docenti lituani ospiti delle scuole nicoteresi

“Supportare gli studenti lituani ad affrontare problematiche dovute a disordini comportamentali ed emotivi nel contesto “classe”, ma anche per aiutare ragazzi che vivono ai margini della società”. E’ questo l’obiettivo che ha spinto undici docenti, tutte donne, provenienti dalle città lituane di Vilnius e Kaunas a raggiungere l’Italia ed in particolare il comune tirrenico dove hanno avuto modo di incontrare i docenti delle scuole Secondarie di primo e secondo grado rispettivamente dei dirigenti Violetta Pasqua e Marisa Piro. La visita in Italia è stata organizzata dall’associazione “Giovani per l’Europa” del presidente Ferdinando Comerci, organizzazione di mobilità transnazionale che da anni opera nel territorio della cittadina vibonese. Gli incontri svolti nelle scuole nicoteresi ha permesso alle interessate insegnanti lituane, accompagnate dall’interprete Francesca Perfidio, di confrontare il loro sistema scolastico con quello italiano, ma anche e, soprattutto, di apprendere nuove metodologie di insegnamento che potranno attuare di fronte a ragazzi che manifestano differenti tipologie di disturbi e disabilità o problemi relativi all’integrazione scolastica. Le insegnanti coinvolte nel progetto sono rimaste molto soddisfatte ed entusiaste degli incontri avuti sia alla Media che al Liceo con i vari docenti di sostegno e curriculari, con i quali si è aperto un momento di confronto tra le diverse metodologie didattiche ed, in particolare, della calorosa accoglienza avuta anche da parte dagli alunni. Avviato, quindi, un percorso di collaborazione che si annuncia foriero di ulteriori momenti di arricchimento reciproco.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nella splendida cornice del “Parco del Sole”, è andato in scena lo spettacolo di fine anno della scuola dell’Infanzia di Monterosso Calabro che ha visto protagonisti indiscussi gli alunni delle due sezioni facenti parte dell’istituto Comprensivo di Vallelonga del dirigente scolastico Eleonora Rombolà. I piccoli sono stati guidati dalle insegnanti Angela…

Leggi tutto »

A Joppolo scoppia il caso “scuolabus”, disponibile per i migranti, ma non per gli alunni

Lo scuolabus serve ai migranti, quindi, ai piccoli alunni dell’Infanzia devono provvedere i genitori. E’ questo il sunto della diatriba “scoppiata” a Joppolo fra maggioranza e opposizione dopo che le insegnanti della scuola dell’Infanzia di Coccorino avevano richiesto, con largo anticipo, l’utilizzo del pulmino scolastico per accompagnare gli alunni ad assistere,…

Leggi tutto »