MediterraneiNews.it

Due scuole sequestrate a Locri.

La Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria ha disposto il sequestro di due immobili che ospitavano, a Locri nel reggino, l’istituto  statale d’arte Panetta e dell’Istituto professionale statale per l’industria e l’agricoltura, dove studiano circa 800 alunni.

I due immobili sarebbero stati realizzati in zone dove non potevano essere ubicati, sarebbero privi del certificato di agibilità e non sarebbero stati collaudati. Per il momento gli alunni non potranno tornare nelle due scuole fono a quando non saranno ultimate tutte le verifiche di sicurezza disposte dalla Procura che si renderanno necessarie. E dire che la Provincia di Reggio, per l’acquisto di un immobile e l’affitto dell’altro, ha speso in totale oltre 12 milioni di euro.

Il gip di Reggio calabria, ha quindi emesso quindici  misure cautelari, con accuse che vanno dalla truffa aggravata e continuata, all’abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture. Tra gli indagati anche ex amministratori e funzionari del Comune di Locri e della Provincia di Reggio Calabria e Salvatore Calabrese, padre dell’attuale sindaco di Locri Giuseppe Calabrese

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

San calogero: spari contro una abitazione.

Un nuovo episodio di cronaca nel vibonese. Questa volta, teatro dell’azione dei delinquenti, è stato il comune di San calogero – centro urbano di 4500 abitanti nel versante meridionale del Poro – dove ignoti, nella notte tra martedì e mercoledì, hanno esploso alcuni colpi di fucile, all’indirizzo dell’abitazione di un ex operatore…

Leggi tutto »

Ricadi, arrestato presunto pirata della strada: ha 87 anni

E’ un uomo di 87 anni, F.T., il presunto pirata della strada che ieri sera, a bordo della sua auto, una Fiat Punto, nella frazione Capo Vaticano di Ricadi avrebbe investito e ucciso il settantacinquenne Gaetano Fazzari. F.T., rintracciato nella notte dai carabinieri, è stato posto agli arresti domiciliari. I…

Leggi tutto »