MediterraneiNews.it

Un altra giornata ricca di appuntamenti al Festival “Leggere&Scrivere”.

Un altra giornata ricca di appuntamenti quella del Festival “Leggere&Scrivere”.

Si parte stamattina alle 9.00 a Palazzo Gagliardi (Sala A), col dibattito “È già arrivato il ‘Futuro della democrazia’?” con Tommaso Greco e Francesco Mancuso, modera Maurizio Bonanno. Poi alle ore 10 (Sala A) Marta Ottaviani, Yavuz Baydar e Vito Teti – introdotti da Giorgio Trichilo – si confronteranno sul tema “Raccontare la Turchia: da Corrado Alvaro ai nostri giorni”. Alfonso Geraci presenterà invece “I personaggi del teatro di Shakespeare” di William Hazlitt (Sellerio, 2017) Converserà col traduttore del volume, Stefania D’Amato. Alle 10.00 invece Renato Tomasino presenterà “Le divine. Le primedonne della lirica dal barocco al XXI secolo” (Odoya , 2017). Sempre allo stesso orario ma nella sala C invece, Serena Gramizzi presenterà “Un paese di Calabria” un documentario di Shu Aiello e Catherine Catella.

Alle ore 11.30 il musicologo Stefano Zenni terrà la lezione “Il colore della musica: come il razzismo ci fa percepire le musiche afroamericane” mentre alle 12.00 invece Lorenzo Capellini presenterà – sempre alla Sala C-  “La mia Sicilia” di Lorenzo Capellini e Dacia Maraini (Minerva edizioni, 2017).

Spazio alla gastronomia poi al Punto Ristoro alle 13.00 quando, a cura della delegazione dell’ Accademia italiana della cucina di Vibo Valentia l’accademico Giuseppe Adilardi parlerà della celebre “Fileja”, un formato di pasta antichissimo (la forma strangugghiu, di origine greca è indicativo) e povero fatto soltanto di acqua e farina.

Alle ore 16 Sala A – sarà la volta di Michela Marzano che presenta L’amore che mi resta (Einaudi, 2017) con Eleonora Cannatelli. Sempre alle 16.00 Raffaele Montepaone presenterà alla Sala C,  “LIFE – istantanee di Calabria”. Alle 17 l’astrofisica Sandra Savaglio presenterà “Supernovae: distruzione e creazione le due facce delle esplosioni cosmiche” (Palazzo Gagliardi – Sala A), mentre allo stesso orario Mario Caligiuri e Andrea Sberze presenteranno “Il pericolo viene dal mare” di Mario Caligiuri e Andrea Sberze.

Alle ore 18 Stefano Zenni e lo sceneggiatore e regista Franco Maresco converseranno sul tema “I migliori jazz della nostra vita. Quando il cinema incontra il jazz” (Palazzo Gagliardi – Sala C). Fulvio Abbate, alleore 19, presenterà il suo romanzo Zero maggio a Palermo (La nave di Teseo, 2017) nella Sala A di Palazzo Gagliardi, memtre sempre alle ore 19, in Sala B, Piero Carlomagno, autore del giallo Intrigo a Ischia (Centauria, 2017), converserrà con Brunello Montagnese.

Chiuderà la giornata del Festival a Palazzo Gagliardi, Sala A, il cantautore e musicista Sergio Caputo che tiene alle ore 21 un concerto tutto da seguire e conversa con Carlo Bordone sul tema “Un sabato italiano e altre storie”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Si consuma al consiglio comunale di Vibo Valentia lo strappo tra Luciano e Costa.

Dimmissioni confermate. Stiamo parlando di quelle date dal presidente del consiglio comunale di Vibo Valentia, Stefano Luciano. Luciano ha chiesto un cambio di passo al sindaco Costa e una giunta nuova che sia all’altezza dei poroblemi della città. Il suo gruppo sossterrà dall’esterno la maggioranza in attesa però di conoscere…

Leggi tutto »

Vibo valentia: nuovo scossone per Costa. Il consigliere Policaro passa con Luciano.

Dopo il nuovo mancato raggiungimento del numero legale che ha reso impossibile la convocazione dell’ultimo consiglio comunale, a Vibo Valentia, la situazione politica non accenna a dar segni di schiarita. Lo prova un ultimo importante fatto e cioè il passaggio al gruppo “Vibo Unica” di Stefano Luciano, del consigliere  Giuseppe Policaro, già in predicato…

Leggi tutto »