MediterraneiNews.it

Rinvenuti dai Carabinieri a Nicotera due pistole, droga e una Katana giapponese.

Nella prima mattinata di oggi i militari della Compagnia di Tropea, unitamente ai Cinofili e allo Squadrone Eliportato Cacciatori, entrambi di stanza a Vibo Valentia, hanno svolto un dedicato servizio volto a contrastare la proliferazione di armi non detenute legalmente nel territorio. I militari denunciavano, in questo senso, un 55enne del posto, poiché trovato in possesso di una katana, la mitica spada giapponese a lama curva simbolo dei samurai, ben affilata, e n. 4 colpi di cartuccia cal. 12 non dichiarati.

I militari proseguivano il servizio, nella centrale via Pozzo, in un casolare abbandonato appena sotto ad un vecchio acquedotto. Ed è proprio in quel cumulo di pietre e di sterpaglie, che i militari rinvenivano, abilmente occultata, un piccolo arsenale ed un grosso carico di droga. Nello specifico:

  • n. 2 pistole, di cui una rubata nel pavese nel 2014 ed una con matricola abrasa;
  • N. 61 colpi di calibro coincidente con quelle delle due pistole;
  • Kg. 1,530 sostanza stupefacente tipo marijuana;
  • gr. 61 sostanza stupefacente tipo hashish;
  • gr. 2 sostanza stupefacente verosimilmente tipo cocaina;
  • gr. 18 semi di marijuana;
  • n. 3 bilancini di precisione;

nonché vario materiale per il confezionamento. Tutto il materiale veniva sequestrato a carico di ignoti, su cui ovviamente si lavorerà ora per dare un nome al possessore di tutto quanto veniva rinvenuto.

Carabinieri denunciano una persona per possesso armi e droga
Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Donne madri e imprenditrici in un progetto di Giovani per l’Europa

In partenariato con Spagna, Croazia e Grecia, “Giovani per l’Europa”, interessante realtà nicoterese a livello associazionistico, ha avviato il progetto “Mamec” del programma “Erasmus plus” rivolto alle donne madri e al contempo imprenditrici del territorio nicoterese e non solo.  Nello specifico, il progetto che avrà la durata di due anni, considerando l’attuale…

Leggi tutto »

Le indagini sul caso dell’elicottero atterrato nel centro storico dispiegano i loro effetti anche in Campania. A Pompei, la polizia municipale ha, infatti, individuato e sequestrato un terreno agricolo utilizzato come campo base per i velivoli della società “Elivesuvio”, proprietaria del Robinson 44 impiegato da Antonio Gallone e dalla sua…

Leggi tutto »