MediterraneiNews.it

Vibo Valentia, scoperta evasione fiscale per oltre 1.6 milioni di euro

I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Vibo Valentia, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale, hanno sottoposto a sequestro i beni e disponibilità finanziarie di un’impresa, nonché dei rispettivi amministratori, operante nel settore del commercio al dettaglio di mobili.

L’attività trae origine da una precedente investigazione di polizia economico-finanziaria, a conclusione della quale le fiamme gialle vibonesi hanno scoperto un’ingente evasione fiscale, individuando e recuperando oltre 6 milioni di euro di ricavi da sottoporre a tassazione in materia di imposte sui redditi e 800 mila euro in materia di Iva.
In relazione alle vicende, i legali rappresentanti della società, accumulando un illecito profitto del reato quantificato in oltre 1,6 milioni di euro, sono stati segnalati all’autorità giudiziaria inquirente per violazione delle norme relative alla presentazione e corretta redazione delle previste dichiarazioni fiscali obbligatorie.
Il Gip competente, su richiesta della locale Procura, ha disposto il sequestro di beni immobili e valori intestati sia alla società che agli stessi indagati, per un importo equivalente all’imposta evasa, finalizzato a garantire, in caso di condanna, la confisca dei beni per un valore pari al profitto conseguito con l’evasione fiscale perpetrata ed al conseguente ristoro delle casse erariali.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Buon Natale. Anche da parte dell’Etna…appena risvegliato con duecento scosse ed un imponente comignolo di fuoco e fumo.

Pino Macino, da Pupari & Pupi L’Etna saluta il Natale con duecento scosse ed un imponente comignolo di fuoco e fumo. E’ il Sud esplosivo e ballerino che ama festeggiare a modo suo. I nostri fuochi di artificio naturali. Metafora di  caratteri, situazioni, storie. Ma è Natale ed è festa…

Leggi tutto »

Rubavano sabbia dalla spiaggia di Capo vaticano: arrestati.

I carabinieri della stazione di Spilinga, li hanno colti praticamente con le mani nel sacco – anche se in questo caso dovremmo dire nell’arenile – i due che stavano prelevando della sabbia sulla spiaggia di Capo vaticano nel comune costiero vibonese di Ricadi. Si tratta di due residenti ricadesi –…

Leggi tutto »